Mazara – Mosca, scambio di classe tra liceo Adria-Ballatore e liceo di Mosca

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
20 Febbraio 2017 19:41
Mazara – Mosca, scambio di classe tra liceo Adria-Ballatore e liceo di Mosca

La scuola italiana è spesso accusata di essere poco internazionale, ma piccoli passi verso una maggiore apertura nei confronti dell’estero vengono fatti ogni giorno.

Il Liceo Adria-Ballatore ne sarà un esempio quando, nella settimana del prossimo 19 febbraio, si aprirà al mondo e ospiterà un gruppo di studenti dalla Russia, provenienti da due Istituti di Mosca e Troitsk.

Questo scambio, organizzato in collaborazione con i volontari locali dell’Associazione Intercultura, prevede l’inserimento dei ragazzi stranieri nella classe italiana e nelle loro famiglie, dove saranno ospitati, ed ha l’obiettivo di rendere la scuola, almeno per una settimana, un luogo di educazione alternativa.

Se infatti, come risulta da studi recenti, solo il 18% dei professori italiani è “internazionalizzato”, sono sempre di più i ragazzi che trascorrono un anno all’estero per studiare e, al loro rientro, possono far affidamento a una serie di competenze trasversali che hanno sviluppato proprio grazie alla loro esperienza in un ambiente internazionale.

Lo scambio di classe che avverrà al Liceo Adria-Ballatore sarà dunque per tutti gli studenti un assaggio di interculturalità: lo scopo della settimana infatti non è solo esplorare un sistema scolastico diverso, ma anche, e soprattutto, scoprire una nuova cultura.

Nonostante i dati presentati, non tutte le scuole e i professori sono chiusi alle esperienze internazionali. Aderendo a questo progetto di scambio, il Liceo mazarese darà la possibilità ai suoi alunni di vedere un altro lato dell’insegnamento, quello meno didattico e più “pratico” che spesso viene trascurato.

Molte le attività organizzate del centro locale di Intercultura di Mazara del Vallo, che coordina il progetto insieme alla Dirigente Maria Anna Ferrara, da sempre vicina al tema dell’interculturalità e all’Associazione, e ai professori Anna Maria Lima e Giovanna Giacalone, per far conoscere il territorio ai giovani ospiti, in particolare Palermo, Marsala, Erice e Selinunte, oltre all’ospitante Mazara del Vallo. Ci saranno anche alcuni incontri con le autorità locali, come l’incontro con il sindaco di mercoledì 22 febbraio presso il municipio.

Questa bella esperienza sarà poi replicata dall’1 all’11 aprile, quando saranno invece gli studenti del Liceo “Adria-Ballatore” a recarsi a Mosca dai loro coetanei conosciuti due mesi prima in Sicilia. I ragazzi italiani avranno dunque modo di visitare e frequentare i due istituti coinvolti a Mosca e Troitsk e saranno ospitati a loro volta dalle famiglie dei loro compagni.

Sarà quindi possibile per gli istituti e i due gruppi classe stabilire un bel rapporto continuativo all’insegna della reciproca curiosità per le altre culture. Per i ragazzi e i professori del Liceo mazarese, dunque, questo scambio sarà una bellissima opportunità per entrare a far parte del cambiamento che, poco a poco, sta avvenendo nella scuola italiana.

Per altri dei ragazzi questa settimana potrebbe essere solo l’inizio di un’avventura con Intercultura. I volontari del centro Locale di Mazara del Vallo infatti si auspicano di riuscire, tramite questa breve esperienza, a far conoscere la loro associazione agli studenti, alle famiglie e alla scuola in modo che qualcuno di loro decida poi di partire per programmi individuali più lunghi; Intercultura infatti propone ai ragazzi delle scuole superiori programmi che vanno dal singolo mese in estate fino ai dieci mesi dell’anno scolastico in destinazioni che spaziano dai classici Stati Uniti fino all’Estremo Oriente, l’America Latina e paesi poco convenzionali come l’Indonesia, le Filippine e il Sudafrica.

Ugualmente, se le famiglie saranno interessate ad ospitare uno studente straniero per tempi più lunghi, potranno rivolgersi ad Intercultura per accogliere un ragazzo o una ragazza straniera fra i 15 e i 17 anni per un periodo più o meno lungo. Attualmente sono 800 i ragazzi, provenienti da 65 Paesi diversi, accolti in Italia con Intercultura, tutti ospitati presso famiglie che hanno aderito su base volontaria ai programmi e ai valori dell’Associazione.

Moltissimi dei ragazzi partono per destinazioni particolari (in crescita è l’Estremo Oriente e l’America Latina) poiché, come dimostra lo scambio scolastico del Liceo “Adria-Ballatore con la Russia, Intercultura punta sempre a proporre un incontro fra culture diverse più che ad un programma linguistico.

Da un’esperienza di questo tipo infatti i ragazzi potranno non solo conoscere un modo di vivere diverso dal nostro, ma anche sviluppare abilità come l’elasticità ad adeguarsi a nuove situazioni, il controllo dell’ansia in situazioni inattese e difficili e, soprattutto, la naturalezza nel rapportarsi con gruppi eterogenei; tutte capacità che, purtroppo, non sempre vengono adeguatamente valorizzate nel nostro percorso scolastico.

Per saperne di più sull’Associazione o sulle ricerca portate avanti dalla Fondazione potete visitare il sito www.intercultura.it, www.fondazioneintercultura.ito www.scuoleinternazionali.org, mentre se siete interessati a conoscere le attività del centro locale di Mazara del Vallo, potete contattare Paola Scontrino, al numero 3420668000.

Buona fortuna dunque ai ragazzi italiani del Liceo “Adria-Ballatore” e benvenuti agli studenti russi!L’Associazione Intercultura Onlus ( www.intercultura.it)

L’Associazione Intercultura (fondata nel 1955) è un ente morale riconosciuto con DPR n. 578/85, posto sotto la tutela del Ministero degli Affari Esteri. Ha status di ONLUS, Organizzazione non lucrativa di utilità sociale, ed è iscritta al registro delle associazioni di volontariato del Lazio: è infatti gestita e amministrata da migliaia di volontari, che hanno scelto di operare nel settore educativo e scolastico, per sensibilizzarlo alla dimensione internazionale. E’ presente in 155 città italiane ed in 65 Paesi di tutti i continenti, attraverso la sua affiliazione all’AFS Intercultural Programs e all’EFIL. Ha statuto consultivo all'UNESCO e al Consiglio d'Europa e collabora ad alcuni progetti dell’Unione Europea. Ha rapporti con i nostri Ministeri degli Affari Esteri dell’ dell’Istruzione, Università e Ricerca.

A Intercultura sono stati assegnati il Premio della Cultura della Presidenza del Consiglio e il Premio della Solidarietà della Fondazione Italiana per il Volontariato per l'attività in favore della pace e della conoscenza fra i popoli.

L’Associazione promuove e finanzia programmi scolastici internazionali: ogni anno più di 2.000 studenti delle scuole superiori italiane trascorrono un periodo di studio all’estero e vengono accolti nel nostro Paese quasi 1.000 ragazzi da tutto il mondo che scelgono di arricchirsi culturalmente trascorrendo un periodo di vita nelle nostre famiglie e nelle nostre scuole. Inoltre Intercultura organizza seminari, conferenze, corsi di formazione e di aggiornamento per Presidi, insegnanti, volontari della propria e di altre associazioni, sugli scambi culturali.

Tutto questo per favorire l’incontro e il dialogo tra persone di tradizioni culturali diverse ed aiutarle a comprendersi e a collaborare in modo costruttivo.

Comunicato stampa20/2/2017{fshare}

In evidenza