Mazara, in Consiglio discutere tutte criticità dell’Ospedale, non solo Chirurgia

Richiesta dell’opposizione per integrare tema proposto dal gruppo Udc. Ospedale “Ajello” solo sulla carta DEA I livello

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
07 Maggio 2022 10:58
Mazara, in Consiglio discutere tutte criticità dell’Ospedale, non solo Chirurgia

Discutere in seduta straordinaria di Consiglio comunale non solo del reparto di Chirurgia dell’Ospedale “A. Ajello” ma di tutte le problematiche riguardanti lo stesso nosocomio (che sulla carta risulta DEA di I livello) e la sanità mazarese in generale. La richiesta è stata formalizzata al presidente del Consiglio comunale Vito Gancitano e al capogruppo dell’Udc Pietro Marino dai consiglieri comunali: Giorgio Randazzo, Girolamo Billardello, Antonella Coronetta, Maurizio Pipitone, Gioacchino Emmola.

“Integrazione richiesta Consiglio comunale straordinario sulla Chirurgia e cambio tema di discussione” questo l’oggetto della richiesta ove si legge:

I sottoscritti Consiglieri comunali della Città di Mazara del Vallo, informati del deposito da parte del Gruppo Consiliare “U.D.C.” della richiesta a firma dei Consiglieri Marino, Norrito, Chirco e Quinci avente protocollo n.31479 del 21 Aprile 2022 e per oggetto “Richiesta urgente di Consiglio comunale aperto Uoc Chirurgia generale P.O. di Mazara del Vallo”, manifestando la disponibilità alla sottoscrizione; VISTA la classificazione del Presidio Ospedaliero “Abele Ajello” a DEA di PRIMO LIVELLO avvenuta nel 2018; RILEVATO che il D.M. 70 Allegato 1 (Decreto Ministeriale 2 Aprile 2015 n.70) cosiddetto “Lorenzin” nel disciplinare le classificazioni possibili dei presidi ospedalieri di I livello, con bacino di utenza compreso tra 150.000 e 300.000 abitanti, sono strutture sede di Dipartimento di Emergenza Accettazione (DEA) di I livello, dotate delle seguenti specialità:

Medicina Interna, Chirurgia Generale, Anestesia e Rianimazione, Ortopedia e Traumatologia, Ostetricia e Ginecologia (se prevista per numero di parti/anno), Pediatria,Cardiologia con Unità di TerapiaIntensiva Cardiologica (U.T.I.C.), Neurologia, Psichiatria, Oncologia, Oculistica, Otorinolaringoiatria, Urologia, con servizio medico di guardia attiva e/o di reperibilità oppure in rete per le patologie che la prevedono. Devono essere presenti o disponibili in rete h.

24 i Servizi di Radiologia almeno con Tomografia assiale computerizzata (T.A.C.) ed Ecografia, Laboratorio, Servizio Immunotrasfusionale. Per le patologie complesse (quali i traumi, quelle cardiovascolari, lo stroke) devono essere previste forme di consultazione, di trasferimento delle immagini e protocolli concordati di trasferimento dei pazienti presso i Centri di II livello. Devono essere dotati, inoltre, di letti di "Osservazione Breve Intensiva" e di letti per la Terapia Subintensiva (anche a carattere multidisciplinare)

CONSIDERATO che gli atti aziendali vanno in direzione diametralmente opposta , talvolta favorendo realtà con una classificazione di Base con appositi provvedimenti da parte della Direzione Sanitaria Provinciale che suscitano perplessità tra il personale sanitario e alcune forze politiche nonché destano preoccupazione tra la cittadinanza;

RILEVATO che da una puntuale analisi,che ci riserviamo di rendere pubblica nella seduta ad hoc sulla sanità, lo stato attuale del presidio ospedaliero “Abele Ajello” nella stragrande maggioranza dei casi non è coerente a quanto stabilito dalla Legge per la classificazione di DEA di PRIMO LIVELLO;

tutto quanto ciò premesso

CHIEDONO ai colleghi Consiglieri comunali proponenti della richiesta di Consiglio comunale straordinario sul tema dell’UOC di Chirurgia di tenere conto nelle motivazioni di convocazioni di quanto premesso e che si “estenda” il titolo e l’oggetto della convocazione a tutti gli aspetti della Sanità locale e del Presidio Ospedaliero “Abele Ajello”. Certi della disponibilità dei colleghi dell’U.D.C. e della Presidenza del Consiglio comunale ad unire gli intenti in tal senso, restiamo in attesa di riscontro, cordialmente”.

Francesco Mezzapelle 

In evidenza