VIDEO- Parla Draghi: Via libera del CdM al DL Sostegni per 32 mld, aiuti alle imprese, alle partite iva, ai comuni

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
19 Marzo 2021 21:44
VIDEO- Parla Draghi: Via libera del CdM al DL Sostegni per 32 mld, aiuti alle imprese, alle partite iva, ai comuni

Il consiglio dei Ministri ha dato il via  libera al decreto Sostegni. Questa sera nel corso della su prima conferenza stampa alla presenza dei giornalisti, il premier Mario Draghi  ha fornito maggiori dettagli. Potrete vedere il video integrale in coda a questo articolo. «Questo decreto è una risposta significativa molto consistente alle povertà, al bisogno che hanno le imprese e i lavoratori, è una risposta parziale ma il massimo che abbiamo potuto fare all'interno di questo stanziamento.

Capisaldi del decreto sono il sostegno alle imprese, al lavoro e aiuto contro la povertà. Per quel che  riguarda la scuola «sarà la prima a riaprire quando la situazione dei contagi lo permetterà. Sarà la prima attività a essere riaperta, riprendendo perlomeno la frequenza scolastica fino alla prima media». Sul fronte vaccinazioni per il premier «non va bene che le regioni vadano in ordine sparso», perché «noi andiamo forte a livello nazionale ma le Regioni sono molto difformi, alcune arrivano al 25% e altre al 5%.

Quanto ad Astrazeneca: «Non mi sono ancora prenotato ma lo farò». C’è l’accordo sui contributi a fondo tributo a imprese e ai titolari di partita Iva con fatturato fino a 10 milioni, che hanno visto scendere di almeno il 30% il proprio volume di affari lo scorso anno. Il meccanismo sarà articolato in cinque fasce, e offrirà a seconda delle dimensioni dell’attività economica un assegno tra il 20% (per le più grandi con fatturato tra 5 e 10 milioni) e il 60% (per le più piccole con fatturato fino a 100mila euro) del calo medio mensile.

Gli aiuti saranno di minimo 1000 euro per le persone fisiche (2000 per le persone giuridiche) e massimo 150mila euro. Su base annuale il contributo sarà pari al 5% del calo di fatturato per le partite Iva fino a 100mila euro, e scenderà fino all’1,7% per quelle tra 5 e 10 milioni Nella bozza è prevista anche la possibilità per gli operatori in grande difficoltà (riduzione di oltre il 30% del volume d'affari) di accedere a una definizione agevolata delle cartelle. Previsti poi un fondo da 200 milioni per le categorie economiche più colpite, incluse le imprese operanti nel settore matrimoni ed eventi; 200 milioni in più per il sostegno delle filiere agricole e della pesca; 100 milioni per la cancellazione di fiere-congressi; 150 per le fiere internazionali.

L’ultima bozza proroga il congelamento del decreto Dignità: le clausole relative ai contratti a termine non si applicheranno fino a fine anno. «Fino al 31 dicembre 2021 - si legge nel documento -, ferma restando la durata massima complessiva di 24 mesi, è possibile rinnovare o prorogare per un periodo massimo di 12 mesi e per una volta sola i contratti di lavoro subordinato a tempo determinato». Allo scopo di rafforzare la platea dei vaccinatori, la bozza del decreto apre alla possibilità di vaccinarsi anche in farmacia.

La somministrazione, sperimentale per il 2021, avverrà con farmacisti appositamente formati. Il dl Sostegni porta risorse agli enti locali: la nuova bozza prevede infatti un incremento di un miliardo di euro il fondo 2021 per gli enti locali (che arriva a 1,5 miliardi, 1,35 per i Comuni e 150 per Città metropolitane e Province) e di 260 milioni per quello di Regioni e Province autonome.      

Video gallery
In evidenza