Vacanze, le Isole Eolie tra le mete preferite di quest’anno

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
31 Luglio 2020 09:50
Vacanze, le Isole Eolie tra le mete preferite di quest’anno

Le Isole Eolie, in Sicilia, sono una delle mete preferite dai turisti di tutto il mondo. Patrimonio UNESCO dal 2000, coniugano la bellezza incantevole della natura selvaggia, allo stupore davanti alle spiagge di sabbia nera e sottile di origine vulcanica, alla meraviglia del mare cristallino e caldo, che in molti definiscono come “i Caraibi d’Italia”.

Non solo, l’incanto di questi luoghi si sprigiona anche grazie alla moltitudine di capodogli e delfini che si possono ammirare in branco, e che scatenano nei turisti profondo stupore e grande meraviglia, per la maestosità dei loro salti e tuffi.

Ma il mare eoliano non ospita solo delfini e capodogli: si possono incontrare infatti anche tartarughe della specie caretta caretta, per la gioia di chi ama gli animali e la natura.

Non sono solo i turisti stranieri, però, a voler godere delle meraviglie delle sette isole, ma anche tanti italiani. Secondo le statistiche diffuse dai tour operator e dalle agenzie di viaggio, infatti, moltissime persone hanno deciso di prenotare un tour delle Isole Eolie da Lipari per questa estate 2020. Le proposte dei professionisti del turismo per questa meta sono veramente tante, proviamo a descrivere l’esperienza di un tour delle Isole partendo da quello proposto da Tramundi, che parte appunto da Lipari.

Bisogna arrivare a Lipari in maniera indipendente, ma basta prendere un aliscafo da Messina per raggiungerla in modo sicuro e veloce. Una volta sull’isola non si può non visitare il Museo Archeologico “Luigi Bernabò Brea”, che racconta la storia culturale e naturale delle sette isole e che sorge su un’antica fortezza, il cosiddetto Castello di Lipari, costituita da una serie di rocce naturali a picco sul mare.  

Dopo la visita turistica, da Lipari ci si imbarca per l’isola di Salina. L’isola è chiamata la “perla verde”, a causa della sua vegetazione lussureggiante e delle sue acque limpide, quasi trasparenti. L’isola è formata da sei vulcani antichi, che si possono ammirare in tutto il loro maestoso splendore. Si raggiungono quindi le Cave di Pomice, dove si può godere di un tuffo nelle acque cristalline e dove ci si può rilassare sulle sabbie calde della spiaggia baciati dal sole eoliano.

Dopo la pausa rigenerante si parte per i paesini di Malfa, Rinella e Leni, e per ammirare la Baia Pollara, posta sugli antichi resti di un cratere vulcanico.

In questa baia sorge un minuscolo paese costruito sulla spiaggia, dove vivono i pescatori autoctoni in antichissime case di pietra scavate direttamente nella roccia. Quindi si fa un giro turistico a piedi presso Santa Maria Salina/Lingua, e poi di nuovo in mare per ammirare i faraglioni di Pietra Menalda e Pietralonga.

Da Salina si naviga verso Panarea, la più piccola delle isole. Quest’isola è una Riserva Naturale a cielo aperto, poiché è interamente ricoperta da una vegetazione florida e rigogliosissima: la rivincita della Natura sull’uomo! Si riparte verso Stromboli, l’unica isola con il vulcano attivo. Sempre in barca, si può raggiungere Strombolicchio, un minuscolo isolotto, e passare sotto la “Sciara del fuoco”, da cui si può ammirare l’attività del vulcano.

La prossima tappa è Alicudi, chiamata anche l’Isola dell’erica. Qui si può visitare il piccolo paese di pescatori, costruito attraverso vie strettissime e molto caratteristiche. Si riparte per Filicudi, l’Isola delle felci, costeggiando i Faraglioni la Canna, Montenassari e la Grotta del Bue Marino. L’ultima tappa è Vulcano, l’isola su cui si può camminare a piacimento sul Cratere della Fossa, non senza una sensazione mista tra adrenalina e paura, nonostante il cratere sia inattivo.

Da Vulcano si rientra a Lipari.

Insomma, un viaggio indimenticabile tra un’isola vulcanica e l’altra, all’insegna del divertimento con i bagni in mare, della storia con i paesini incantati, e dello sport con il trekking sul vulcano.  

In evidenza
Ti potrebbe interessare