Mazara, in Città altro scenario “Tron” per le festività di fine anno? L’anno scorso spesi oltre 60.000 per l’illuminazione “artistica”.

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
25 Novembre 2017 08:31
Mazara, in Città altro scenario “Tron” per le festività di fine anno? L’anno scorso spesi oltre 60.000 per l’illuminazione “artistica”.

E’ stata diramata lo scorso 21 novembre una nota dal Comune di Mazara del Vallo attraverso la quale si informa che entro le ore 12 del 24 novembre (dopo tre giorni in pratica) dovevano essere presentate, al 1° settore “Ufficio Gare e Appalti”, le offerte in esecuzione della determina del dirigente del 3° settore comunale, ing. Nicola Sardo, per la realizzazione di impianti di illuminazione artistica che dovranno essere collocati in strade, vie e piazze cittadine dall’8 dicembre 2017 all’8 gennaio 2018 in occasione delle prossime Festività natalizie e d’inizio d’anno.

L’avviso era stato pubblicato il 20 novembre all’albo pretorio online comunale. La gara dovrebbe essere effettuata questa mattina a partire dalle ore 9 e presieduta dallo stesso dirigente del 3° settore o da suo delegato.

L’importo complessivo dei lavori è di 16.800 euro iva compresa, di cui 12.793 per lavori a base d’asta soggetti a ribasso, 436,60 euro per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso ed euro 3.569,60 per somme a disposizione dell’Amministrazione.

In merito all’illuminazione “artistica” allestita per le festività di fine anno ancora molti cittadini hanno ben in mente le installazioni di luci dello scorso anno, in alcuni casi anche eccessive, nelle principali arterie della Città. Non ci sono state mezze misure considerando quanto avvenuto negli anni scorsi; basti pensare come fu arredato lo scorso anno il ponte sul fiume Mazaro che sembrava lo scenario della pellicola fantascientifica “Tron”.

Vogliamo ricordare le spese annunciate allora dall’Amministrazione Cristaldi e quelle non rese pubbliche a livello mediatico. Speriamo che non avvenga la stessa cosa anche quest’anno visto che le casse del Comune non sono proprio floride non potendo soddisfare alcune necessità relative ai servizi sociali ed anche scolastici (vedi il taglio dei contributi alle scuole cittadine che hanno costretto moltissime famiglie di studenti a contribuire per l’acquisto di materiale didattico e per servizi igienici). Immaginiamo come sarà la situazione finanziaria del Comune alla fine di questi 5 anni di amministrazione con la corte dei Conti di Palermo che frequentemente emette provvedimenti nei confronti del Comune.

Riassumendo i costi per le forniture e servizi, le luminarie per il Natale 2016 costarono 63.659,51 euro. € 17.382,78 oltre Iva all’impresa Cassano srl di Mazara del Vallo che si occupò di impiantare le luci sui supporti lignei artistici realizzati e forniti dal Comune grazie all’impegno del cosiddetto “Gruppo Attila”, lo stesso gruppo che addobbò il cipresso donato dall’Ispettorato Dipartimentale delle Foreste di Trapani, sezione di Castelvetrano. Il legname in questione fu acquistato dalla ditta Corso Legnami Srl di Alcamo con un costo complessivo di 6.000 euro iva inclusa. Il servizio di installazione delle luminarie fu affidato alla ditta DI.PRE.EL. di Mazara del Vallo con una spesa di 5.467 euro.

La spesa più grande fu quella relativa all’acquisto di 12 km di stringhe a led completi di alimentatore fornite con € 34.809,77 dalla ditta S.C.S. srl Soluzioni con Sicurezza di Palermo. (vedi nel foto collage di copertina anche le stringhe led montate sul primo ponte sul fiume Mazaro). Quindi in teoria queste stringhe dovrebbero essere a disposizione anche quest'anno senza necessità di acquistarle.

Non si comprende il perché l’Amministrazione Cristaldi, già nel precedente mandato, abbia optato per il noleggio delle luminarie ogni anno invece di un loro acquisto definitivo. Ricordiamo che la precedente Amministrazione Macaddino spese circa 40.000 euro per l’acquisto di luminarie che durarono ben sette anni; a quanto pare dopo il 2009, dopo l’insediamento dell’Amministrazione Cristaldi, non furono considerate adeguate; quelle luminarie apparivano molto più gradevoli rispetto a quelle installate negli ultimi anni. Eppure ad occuparsi delle luminarie già nelle precedenti Amministrazioni è stato sempre il responsabile comunale dell’Ufficio “Pubblica Illuminazione” e cioè il geom. Salvatore Ferrara.

Francesco Mezzapelle

25-11-2017 9,30

{fshare}

In evidenza