Nessun problema ma si avvia “intervento urgente” nel periodo di “vacatio” amministrativa… Strano eh?

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
13 Aprile 2019 08:47
Nessun problema ma si avvia “intervento urgente” nel periodo di “vacatio” amministrativa… Strano eh?

Probabilmente, vi è un problema, forse un problema che persiste da tempo e che certamente avrebbe “scoperto” (e non sarebbe l’unico) il prossimo sindaco che guiderà la Città di Mazara del Vallo. Così il Comune, ed in particolare l’Ufficio tecnico, corre ai ripari annunciando dei lavori “urgenti”. Ma questi lavori perché non effettuati alcuni mesi fa quando era ancora in carica il sindaco Cristaldi? Cosa si sta mettendo in sicurezza? Se non vi è stato un problema improvviso, una rottura etc., perché deciso proprio adesso di intervenire con “urgenza” senza aspettare che la nuova Amministrazione e la sua squadra di tecnici intervenissero per capire la situazione relativa al generale sistema di depurazione comunale? Chi ha deciso di fare questi lavori? Il Commissario regionale che temporaneamente guida il Comune in questo periodo di "vacatio" amministrativa? Senza voler alimentare la cultura del sospetto, qualcosa di strano però persiste… Ecco quanto si legge nella nota diramata dal Comune di Mazara: “Il dirigente del settore tecnico comunale ing.

Nicolò Sardo rende noto che, a causa di intervento URGENTE lungo le sponde del Fiume Delia per la interconnessione della fognatura comunale esistente in ghisa di adduzione al Depuratore Centralizzato di c/da Bocca Arena, con la realizzata nuova condotta a cura del Consorzio di Bonifica 1 Trapani, che sarà effettuato dalle ore 21 di lunedì 15 aprile fino alle 6 del mattino successivo "È necessario, in uno spirito di collaborazione con l’Amministrazione Comunale, ridurre l’utilizzo dell’acqua potabile al minimo indispensabile, dalle ore 18,00 di domenica 14 aprile e fino  alle ore 08,00 del 16 aprile nella zona compresa tra la via Molo Comandante Caito, via V.

Veneto, Via Roma, via Marsala, via Paolo Borsellino, via G. Falcone, Lungomare San Vito, Lungomare G. Hopps e Lungomare G. Mazzini. Ciò si rende indispensabile - prosegue l'ing. Sardo - al fine di garantire la sicurezza degli operatori che lavoreranno nel turno di notte e per ridurre altresì i rischi di inquinamento, che potrebbero scaturire dalla fuoriuscita di acqua fognaria dalla stazione di sollevamento San Vito”. L’Amministrazione ha deciso di non interrompere o ridurre la erogazione dell’acqua perché confida nel senso civico dei suoi concittadini che hanno a cuore la salvaguardia dell’ambiente marino e della sicurezza degli operatori che interverranno nelle ore notturne per non creare disagi alla cittadinanza tutta”. Francesco Mezzapelle  

In evidenza