Mazara, pubblicato Bando di assegnazione “Beni Confiscati alla mafia”

Il Comune ha iniziato l'iter per l'assegnazione di 11 beni confiscati alla criminalità organizzata

Roberto
Roberto Marrone
14 Ottobre 2021 11:05
Mazara, pubblicato Bando di assegnazione “Beni Confiscati alla mafia”

Nella giornata di mercoledì 13 ottobre 2021 il Comune di Mazara del Vallo ha finalmente pubblicato sull'albo pretorio online dell'Ente, il bando di assegnazione dei “beni confiscati alla mafia” di proprietà del Comune. Come vi ricordate, la questione dei beni confiscati a Mazara va avanti da mesi anche grazie alla nostra redazione che da sempre è stata attenta e scrupolosa su questo argomento, tra i più importanti del nostro territorio. Tutto il percorso parte il 30 marzo 2021 quando fra i punti all'ordine del giorno del Consiglio Comunale di Mazara vi era proprio l'approvazione del regolamento sui beni confiscati alla mafia (questo il link per leggere l'articolo di allora https://www.primapaginamazara.it/mazara-beni-confiscati-alla-mafia-il-regolamento-approda-in-consiglio-comunale-persistono-degli-interrogativi ) ovviamente dopo un lungo percorso avvenuto nelle varie commissioni consiliari che quotidianamente lavorano su tanti argomenti di interesse collettivo.

Già allora vi furono alcuni interrogativi che la nostra redazione pose, in quanto Mazara del Vallo è il terzo comune (dopo Castelvetrano e Alcamo) in provincia di Trapani per numero di beni confiscati alla mafia ricevuti dallo Stato. Il numero complessivo è 65 dei quali solamente 25 in questi anni sono stati effettivamente utilizzati. Tra questi interrogativi vi era anche quello riguardante la conservazione di questi immobili in quanto molti di loro ad oggi purtroppo si trovano in stato di degrado, e, a causa di mancanza di controllo e monitoraggio, sono soggetti ad attività predatoria da parte di ignoti e pertanto anche danneggiati.

Dal Comune sono state evidenziate difficoltà economiche per la loro sistemazione. Chi ha controllato in questi anni l’effettivo utilizzo sociale dei beni confiscati alla mafia nel territorio mazarese?

Tra questi ricordiamo anche la famosa questione del bene ubicato nel Cortile Pozzo Regina civ.8  (vedi foto copertina scattata oggi dalla nostra redazione) in pieno centro storico da noi più volte citato in merito al suo mancato utilizzo (in quanto nel 2017 già assegnato alla locale Pro Loco) ed alla mancata esposizione di cartellonistica ove si legga “Bene confiscato alla criminalità organizzata”.

Ma il percorso da quel 30 marzo continua fino ad arrivare al 28 settembre 2021 quando in consiglio comunale riaffiorò l'argomento con un ordine del giorno riguardante la modifica di una parte di regolamento sui beni che sostanzialmente prevedeva la rimozione in commissione assegnatrice di un delegato della prefettura e che invece la commissione fosse composta dai tre dirigenti del Comune di Mazara (I, II, III settore).

Dopo quella modifica finalmente si arriva al 13 ottobre quando con determina dirigenziale n.2197 a firma del dirigente del III settore arch. Maurizio Giuseppe Falzone viene pubblicato sull'albo pretorio il bando di assegnazione dei Beni confiscati alla mafia in possesso del Comune di Mazara.

Attraverso questo bando i beni messi in comodato d'uso gratuito risultano essere solamente 11 tra questi alcuni terreni, alcuni immobili compreso il tanto citato immobile di Cortile Pozzo Regina.

Vogliamo augurarci che i restanti beni, prossimamente, vengano tutti assegnati alle tante associazioni culturali e sociali del territorio che non vedono l'ora di realizzare le proprie attività all'interno dei suddetti beni così da poter offrire alla nostra città anche dei servizi e degli spazi aggiuntivi che ad oggi vengono a mancare. Del resto si sa, alla mafia ciò che fa più male è il sequestro e il successivo riutilizzo di un bene motivo per cui saremmo davvero felici se in città tutti insieme, istituzioni, enti, amministrazione, associazioni potessimo fare “male” alla mafia.

Di seguito il link per consultare tutti gli atti riguardanti il bando con allegato il regolamento, l'elenco dettagliato dei beni, lo schema di domanda, la dichiarazione sostitutiva e i criteri di valutazione delle proposte.

Per presentare le proposte corredate di tutta la documentazione presente nel bando vi è tempo fino all'11 novembre 2021 alle ore 12,00 consegnando il plico tramite raccomandata all'ufficio protocollo – III settore sito in via Carmine 1 o tramite pec all'indirizzo protocollo@pec.comune.mazaradelvallo.tp.it

Di seguito il link del bando sull'albo pretorio: https://servizi.comune.mazaradelvallo.tp.it/openweb/albo/albo_dettagli.php?id=25896&CSRF=5aa1b9083e5458431453d6c080c22975

Roberto Marrone

In evidenza