Mazara, Ispettore Ambientale Volontario: le domande entro il primo marzo 2021. Ecco i dettagli

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
10 Febbraio 2021 09:52
Mazara, Ispettore Ambientale Volontario: le domande entro il primo marzo 2021. Ecco i dettagli

Il Comune avvia l’iter per la nomina di 30 Ispettori ambientali volontari comunali: figura introdotta dal nuovo regolamento approvato il 30 novembre scorso dal Consiglio Comunale su proposta ed a seguito di un lavoro preparatorio della IV Commissione consiliare "Igiene, Sanità ed Assistenza Sociale, Tutela dell’Ambiente”.

Con un avviso pubblicato nei giorni scorsi nell’albo pretorio comunale e nella sezione “Concorsi e Selezioni”, a firma del dirigente del 2° settore comunale Maria Stella Marino e del funzionario del Servizio Ecologia e Ambiente Tatiana Perzia, si rende noto l’intendimento dell’Amministrazione Comunale di procedere alla nomina degli Ispettori volontari, “previa frequenza di un apposito corso di formazione di base con superamento di esame finale”.

Per la partecipazione al corso, i cittadini maggiorenni che non hanno superato il limite dell’età pensionabile, in possesso di almeno la licenza media inferiore, in possesso dell’idoneità fisica, privi di carichi pendenti o condanne, potranno presentare domanda di ammissione al corso entro e non oltre le ore 10 del primo marzo 2021, compilando e sottoscrivendo il modello di domanda allegato all'avviso e facendolo pervenire a mano presso l’Ufficio di Protocollo generale di via Carmine o inviandolo via pec all’indirizzo: protocollo@pec.comune.mazaradelvallo.tp.it

Il corso avrà una durata di un mese e sarà avviato per un massimo di 50 allievi. In caso di numero di domande superiore a 50 verrà effettuata una preselezione. Il corso sarà avviato se verrà raggiunto il numero minimo di 30. Verrà offerto gratuitamente dal Comune che metterà a disposizione materiale logistico e tecnico per tutta la sua durata e sarà tenuto da personale del Servizio Ecologia ed Ambiente e del Settore Polizia Municipale o da esperti esterni individuati dal Dirigente del Settore competente. Si articolerà in lezioni (minimo 30 ore) sulle seguenti materie:

- la figura e i compiti dell'Ispettore ambientale volontario; la normativa ambientale, regionale e statale, in particolare il D.Lgs. n. 152 del 2006 e ss.mm.ii.;  regolamenti e ordinanze comunali in materia ambientale; gli illeciti amministrativi ed i reati in materia ambientale; il procedimento sanzionatorio amministrativo.

Le lezioni saranno integrate da visite sul territorio, prove pratiche nonché da nozioni su altri argomenti che i docenti riterranno utili per la formazione dei candidati.

Al termine del corso è previsto il superamento di un esame finale.

L’ISPETTORE AMBIENTALE: la figura istituita dal nuovo regolamento su proposta della IV Commissione consiliare "Igiene, Sanità ed Assistenza Sociale, Tutela dell’Ambiente” (presidente Giuseppe Palermo, vice presidente Giancarlo Casale, componenti i consiglieri Francesca Calcara, Giuseppe Bonanno, Antonino Gaiazzo, Ilenia Quinci, Giorgio Randazzo) prevede che svolga compiti e servizi di pubblica utilità nel territorio comunale per la prevenzione, la vigilanza, il corretto conferimento, la gestione e la raccolta dei rifiuti, al fine di concorrere alla difesa del suolo, del paesaggio e dell'ambiente nel territorio comunale in sinergia con la Polizia Municipale, la Protezione Civile e tutti gli uffici deputati. L'espletamento del servizio è di carattere volontario non retribuito e non dà luogo ad alcun rapporto di lavoro e per lo stesso non è previsto alcun compenso professionale, salvo eventuali contributi concessi dalla Regione o da altri Enti o eventuali somme elargite a titolo di rimborso spese a carico del Comune.

Solo il Comando di Polizia Municipale, che coordinerà tali figure in sinergia con il Servizio Ecologia e Ambiente, potrà provvedere, successivamente al verbale di accertamento redatto dall'ispettore ambientale, ad emettere la prevista sanzione.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare il funzionario del Servizio Ecologia e Ambiente arch. Tatiana Perzia ai seguenti recapiti:

telefono 0923671548 – Mail: ambiente@comune.mazaradelvallo.tp.it – tatiana.perzia@comune.mazaradelvallo.tp.it

Per la documentazione cliccare il link: Avviso e modello di domanda

In evidenza
Ti potrebbe interessare