Mazara, all’Istituto d’Istruzione Superiore “Francesco Ferrara” si investe sul futuro

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
13 Dicembre 2016 14:48
Mazara, all’Istituto d’Istruzione Superiore “Francesco Ferrara” si investe sul futuro

Grazie ai fondi strutturali europei nell’ambito del F.S.E -Programma Operativo Nazionale “Per la scuola-Competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020, l’Istituto di Istruzione Superiore “Francesco Ferrara” di Mazara del Vallo si dota di nuovi ambienti digitali.

Il progetto “E- School”, con i tre moduli “Open- Space” “Segreteria Sprint” ed “E-Optical”, è stato realizzato nelle sezioni ITSE e IPSIA dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Francesco Ferrara”, arricchendo l’offerta formativa e permettendo agli allievi ed ai docenti di poter fruire di spazi multifunzionali.“Open Space” è un modulo realizzato nella sezione ITSE, che ha arricchito l’ambiente formativo dedicato all’Impresa Formativa Simulata.

In laboratorio gli studenti hanno l’opportunità di gestire in maniera simulata un’impresa. L’Istituto Ferrara è “scuola polo di riferimento regionale” per tale modulo progettuale.“Segreteria Sprint” ha potenziato gli uffici di segreteria, consentendo di snellire le procedure di trasmissione, conservazione ed archiviazione dei documenti, superando in tal modo l’ormai anacronistico archivio cartaceo.“E-Optical”, infine, ha digitalizzato i laboratori dell’indirizzo Ottico, corso di particolare rilevanza ed in continua crescita, poiché riesce a coniugare gli standard didattici alla valorizzazione delle figure professionali, proponendo un’offerta formativa in linea con le innovazioni tecnico-scientifiche.Soddisfazione è stata espressa dalla dirigente, dott.ssa Licia Ingrasciotta, che ha sottolineato “l’investimento su una visione sostenibile di scuola digitale.

Con l’attuazione di questi progetti – ha aggiunto Ingrasciotta – si apre una nuova frontiera digitale, che potenzia ed innova la tradizione di E-Learning già da anni intrapresa dall’istituto. Ai docenti, studenti ed al personale che usufruiranno dei tre moduli progettuali – ha concluso – va il nostro più caloroso buon lavoro”.

Comunicato stampa13/12/2016{fshare}

In evidenza