Incendio al trenino turistico, il Comune ha incaricato il perito di parte

L’incendio ha causato anche alcuni danni al box del mercato agroalimentare nel quale era custodito il trenino

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
28 Luglio 2021 08:26
Incendio al trenino turistico, il Comune ha incaricato il perito di parte

Con una determina dirigenziale, la n.1650 del 27 luglio, il Comune di Mazara del Vallo ha affidato un incarico di consulenza per la determinazione dei danni dall'incendio, avvenuto all’interno dei locali destinati al mercato agro ittico alimentare, del trenino turistico elettrico in affitto dalla ditta Dottobus.

Nella determina si legge:

“… che nella notte del 22 luglio è avvenuto un incendio; - poichè l'azienda proprietaria del trenino è assicurata ed è stata attivata la procedura di sinistro e la compagnia assicuratrice ha nominato un perito di parte incaricato di effettuare una stima dei danni; - il Comune di Mazara del Vallo deve nominare un proprio perito di parte esperto estimatore nel ramo assicurativo che affianchi l'attività dei tecnici comunali nella fase e di determinazione dei danni e che agisca in contraddittorio con il perito nominato dalla compagnia assicuratrice; - all'interno dell'Ente non esistono figure professionali idonee allo svolgimento delle prestazioni richieste e ciò in considerazione dell'indifferibilità dei normali impegni di lavoro connessi alla realizzazione dei programmi dell'Amministrazione; - le spese che il comune di Mazara del Vallo dovrà sostenere per compensare il proprio perito di parte per le prestazioni svolte saranno a carico della compagnia assicuratrice per come previsto dalla normativa; - in considerazione di chiudere con la massima celerità la pratica di risarcimento dei danni al fine di di poter ripristinare i danni subiti dall'immobile è stato richiesto al dott.

Pietro Benedetto Fisichella nato a Catania… Esperto nel settore la disponibilità a svolgere l'incarico di perito di parte del Comune; - il Dott. Pietro Benedetto Fisichella ha dato disponibilità a svolgere l'incarico di stima dei danni e di quanto altro occorre mallevando l'A.C. qualora non fossero liquidati danni da qualsiasi compenso in suo favore, fermo le competenze, in caso di liquidazione dei danni, sarà liquidata dalla compagnia assicurativa; -pertanto tenuto conto della temporaneità dell'incarico, peraltro altamente qualificato per la specifica natura delle prestazioni richieste, del curriculum vitae si ritiene opportuno conferire l'incarico di consulenza per la stima dei danni subiti”.

Ricordiamo che l’incendio è avvenuto intorno alle una di notte dopo che il mezzo era stato ricoverato presso il locale al chiuso concesso dal Comune all’Autoservizi Siberiana che gestiva lo stesso trenino gommato (dotato di 44 posti) noleggiato per un periodo di tre mesi dalla ditta Dottobus. La causa dell’incendio fin dalle prime ore è sembrata attribuibile all’ipotesi di un corto circuito, o di un ulteriore problema elettrico, al momento del caricamento delle batterie dello stesso mezzo; bisognerebbe anche accertare se l'impianto elettrico della struttura era collaudato o adeguato per il caricamento del trenino.

Pertanto sembrerebbe essere del tutta esclusa la matrice dolosa. L’amministrazione intanto ha manifestato l’intenzione di acquisire la disponibilità di un ulteriore trenino per riprendere il servizio avviato il 2 luglio scorso ed attualmente garantito con bus. Nel frattempo la stessa Autoservizi Siberiana, che gestisce il servizio di trasporto pubblico locale, ha deciso di garantire attraverso un bus sostitutivo il servizio di collegamento tra il centro e le zone balneari che era prima garantito dal trenino.

Il servizio viene garantito “rispettando sempre gli stessi orari e fermate – ha fatto sapere l’Autoservizi Siberiana – ad eccezione della prima corsa delle ore 8,45 che viene posticipata alle ore 9,05 e sospendendo al momento le corse serali”.

L’amministrazione inoltre ha confermato che l’incendio al trenino ha causato anche alcuni danni al box (già assegnati con un bando a delle imprese agroalimentari) del mercato agroalimentare nel quale era custodito il trenino (vedi foto di copertina). Le fiamme non hanno invece interessato il resto della struttura e pertanto "l’area esterna del mercato agroalimentare rimane confermata sede delle manifestazioni artistico-culturali organizzate dall’Associazione “Canto del Marrobbio” in programma dal 29 luglio. Rimane inoltre nella stessa sede del mercato agroalimentare la biglietteria della Siremar-Caronte per il traghetto Mazara – Pantelleria".

Francesco Mezzapelle 

In evidenza