Francesca Incandela al “Trame Festival” di Lamezia Terme per parlare di “Donne di mafia, donne contro la mafia”

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
18 Giugno 2014 08:28
Francesca Incandela al “Trame Festival” di Lamezia Terme per parlare di “Donne di mafia, donne contro la mafia”

Trame Festival è il primo evento culturale in Italia dedicato ai libri sulle mafie. Dal cuore della Calabria arriva la voglia di denuncia e di risveglio delle coscienze contro le mafie.

Workshop e incontri con gli autori coinvolti in prima persona nella lotta alle organizzazioni criminali nel nostro paese. Trame Festival è la voce di un'Italia che non vuole stare in silenzio.

Offrire ''più sguardi sul terreno dell'antimafia e una maggiore apertura a altri linguaggi che non siano solo i libri, come il cinema, il teatro, la musica e il Cinema, con tra gli altri, Pif, che presenterà La mafia uccide solo d'estate, i 50 anni de Le mani sulla città di Francesco Rosi e i Manetti Bros''. Sono le due linee guida, spiega il direttore Gaetano Savatteri, della quarta edizione di Trame, il festival dei libri sulle mafie in programma a Lamezia Terme da oggi 18 giugno fino al 22.

Tra gli ospiti annunciati vi sono magistrati come Nicola Gratteri, Alessandra Cerreti, Michele Prestipino, Giancarlo Caselli, Vincenzo Lombardo, Antonio Ingroia, Sebastiano Ardita, Michele Creazzo; studiosi ed esperti come Enzo Ciconte, John Dickie, Francesco Forgione, Salvatore Lupo, Giovanni Fiandaca, Vittorio Coco, Nando Dalla Chiesa; giornalisti e scrittori come Claudio Fava, Marco Travaglio, Sergio Rizzo, Attilio Bolzoni, Antonello Caporale, Maurizio De Giovanni, Santo Piazzese, Carmine Abate, Carmelo Sardo, Raffaella Calandra.

A Lamezia Terme ci saranno anche registi e sceneggiatori come Mimmo Calopresti, Gualtiero Peirce, Andrea Purgatori, Monica Zapelli. E ancora, tanti testimoni di storie di impegno e coraggio come Piera Aiello, Caterina Chinnici, Gianluca Manca, Maria Carmela Lanzetta, Francesca Miscimarra, Raffaella Ottaviano, Elena Ferraro, Elisabetta Belgiorno.

E proprio oggi, alle ore 18:00 a Palazzo Nicotera, si parlerà di "Fimmini" e Alessandra Cerreti (magistrato) e Manuela Iatì (giornalista) converseranno con Francesca Incandela, docente di lettere in un istituto tecnico della cittadina marinara, presidente dell'Associazione Antiracket mazarese "Io non pago il pizzo...E tu?", scrittrice ed autrice del libro "Donne di mafia, donne contro la mafia", edito da Libridine di Franco Sferlazzo, proprio sulle tematiche di questo libro.

Nel libro viene trattata, con rapide considerazioni su Giusy Vitale, Rita Atria, Piera Aiello, Giacoma Filippello, anche la storia attuale di Calogera Pia Messina 81 anni, gelese, riconosciuta dagli inquirenti come un vero capo. Su tutte le donne impegnate nella lotta alla mafia primeggia naturalmente la figura di Felicia, madre di Peppino Impastato che per amore del figlio non esitò mai, e non si arrese di fronte al brutale assassinio di Giuseppe o dinnanzi a circa trent'anni di ingiustia.

VDS

18/06/14  10,30

{fshare}

In evidenza