CASTELVETRANO – Capitaneria di Porto. Presenza presunti ordigni bellici a Marinella di Selinunte

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
29 Giugno 2016 10:23
CASTELVETRANO – Capitaneria di Porto. Presenza presunti ordigni bellici a Marinella di Selinunte

Operazioni di ricerca, rimozione e successivo brillamento in mare di ordigni bellici: località: Marinella di Selinunte (Comune di Castelvetrano)zona: specchio acqueo antistante arenile Lido Tukèdata inizio/fine: dal 29 Giugno al 01 Luglio 2016coordinatore sul posto: responsabile nucleo Sdai MMI

Il sottoscritto Capitano di Fregata (CP),Capo del Circondario Marittimo e Comandante del porto di Mazara del Vallo,VISTA. la propria Ordinanza n 06/16 emanata a seguito della segnalazione pervenuta a questo Comando circa la presenza di presunto ordigni bellici, in località Marinella di Selinunte (Comune di Castelvetrano) nello specchio acqueo antistante l'arenile del Lido Tukè, Iato destro, in un fondale misto (sabbia/roccia) di circa 3 metri;VISTO.

il msg di CONSUBIN/GOS/SDAI AUGUSTA prot n 2062 del 28.06.2016 con il quale si comunica la disponibilità ad effettuare dal 29 Giugno p.v. l'intervento di bonifica dei suddetti presunti ordigni cosi come disposto dalla Prefettura di Trapani con nota n° 3475/13 del 20.05.2010;CONSIDERATA. la necessità di prevenire il verificarsi di possibili danni e di salvaguardare, l'incolumità delle persone, delle cose e la sicurezza della balneazione in occasione dell'intervento di rimozione/distruzione dei presunti ordigni bellici di cui sopra da parte del Nucleo artificieri MMI di Augusta;VISTI.

gli artt. 17, 30 e 81 del C. N e l'art 59 del relativo Regolamento di Esecuzione,RENDE NOTOche dal giorno 29 Giugno 2016 a partire dalle ore 07.00 e fino a termine esigenza in località Marinella di Selinunte del Comune di Castelvetrano, precisamente in prossimità dell'arenile meglio specificato in premessa, avranno luogo le operazioni di rimozione e successivo brillamento in mare dei presunti ordigni bellici ivi rinvenuti in data 19.05.2016ORDINAArt.

1(Disposizioni di sicurezza)Nel raggio di 50 metri in prossimità dell'area di cui al Rende Noto, in concomitanza delle operazioni di investigazione/rimozione degli ordigni bellici ivi rinvenuti, è vietata ogni attività, balneare e non, svolta da personale diverso da quello appartenente alle locali Forze di Polizia e del Nucleo SDAI di Augusta.In particolare, in occasione delle operazioni di brillamento dei suddetti ordigni che avverranno nel punto individuato di concerto con responsabile Nucleo Sdai, di coordinate: GPS lat.37° 33.667' N _ Long.

012° 50.456' E, è altresì vietato: il transito, la sosta, l'ancoraggio di qualsiasi unità navale, la balneazione, la pesca (anche subacquea) e l'esercizio di qualsiasi altra attività in mare per un raggio di 300 (trecento) metri da quest'ultimo Punto.Art.2(Disposizioni finali e sanzioni)E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e fare osservare la presente Ordinanza, i contravventori alla presente Ordinanza, che entra in vigore immediatamente, saranno perseguiti a termine di legge e ritenuti responsabili civilmente e penalmente dei danni arrecati alle persone o cose derivanti dal loro illecito operato, manlevando l'Autorità Marittima da ogni responsabilitàLa presente ordinanza è pubblicata dalla data odierna all'albo della Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo ed inclusa alla pagina “Ordinanze” del sito istituzionale www.guardiacostiera.gov.it/mazara-del-vallo  nonché opportunamente diffusa tramite gli organi d'informazione.

Comunicato stampa

29/06/2016

{fshare}

In evidenza