Custonaci riparte dalla cultura. Tutto pronto per "Un Borgo di Libri ed Autori"

La nuova edizione della rassegna letteraria si terrà all'interno della "Grotta Mangiapane"

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
18 Giugno 2021 09:33
Custonaci riparte dalla cultura. Tutto pronto per

«Il ritorno alla normalità delle nostre vite deve passare, a nostro modesto avviso, anche dalla ripresa delle attività culturali. Per quanto ci riguarda abbiamo operato in tutti questi mesi, per far fare un ulteriore salto di qualità alla nostra rassegna letteraria «Un borgo di Libri ed Autori - Letture sotto le stelle» (curata da Valentina Pipitone), che è divenuto ormai un appuntamento imperdibile dell’estate siciliana.

L’evento continua, infatti, a mietere un ampio consenso di pubblico, che ha dimostrato di apprezzare l’interpretazione dell’elemento culturale come strumento funzionale al rilancio, ed alla crescita, del territorio (in particolare quello dell’hinterland trapanese) nel suo complesso. Il fattore culturale assume, pertanto, la veste di un vero e proprio asset fondamentale su cui puntare, sul piano socio-economico, per poter promuovere, attraverso le sue notevoli potenzialità, il riscatto turistico della nostra Isola.

Non a caso la manifestazione rientra nel progetto portato avanti dalla «rete trapanese per il turismo di comunità», denominato «Sicilia: eventi e tradizioni del trapanese».

L’edizione 2021, che si svolgerà come sempre presso la suggestiva sede dell’«Associazione Museo Vivente» (che organizza il celebre «Presepe Vivente di Custonaci»), prevede quattro presentazioni di libri ed ha ricevuto il patrocinio dell’«Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana», del «Parco Archeologico di Segesta», del «Comitato Provinciale Pro Loco Trapani» e del «Distretto Turistico Sicilia Occidentale»

Nel merito «Un borgo di Libri ed Autori - Letture sotto le Stelle», in omaggio proprio al celebre borgo di Scurati, inizierà (15 luglio) con la presentazione di «Quattro indagini a Màkari»,coinvolgente raccolta di racconti che ruotano attorno all’esilarante figura di Saverio Lamanna (ormai noto al grande pubblico televisivo),di Gaetano Savatteri.

La seconda serata (29 luglio) vedrà come protagonista «La vita in Sicilia al tempo degli emiri», ovvero l’avvincente racconto di Gaetano Basile, rinomato autore teatrale e televisivo, della dominazione araba nell’Isola.

La terza serata (5 agosto) vedrà di scena «L’inverno dei Leoni», con cui Stefania Auci chiude il cerchio della saga sui Florio che ha appassionato tantissimi lettori (100 settimane di posizionamento in classifica, 35 edizioni, oltre 650 mila copie vendute ed in corso di traduzione in 32 paesi).

La quarta serata (19 agosto),che concluderà la rassegna, prevede la presentazione del volume «Donnafugata», che riprende le vicende del casato, tra i più antichi di Ibla, avvenute nell’Ottocento, tra la dominazione borbonica ed i moti di fierezza popolare elegantemente narrate da Costanza DiQuattro. Anche per quest’anno, infine, ci sarà la possibilità di seguire, a partire dalle 21.30, le presentazioni in diretta streaming sulla pagina Facebook del «Centro Studi Dino Grammatico» (www.facebook.com/csdinogrammatico/).

Approfondimento volumi:

La rassegna si apre con il volume di Gaetano Savatteri “Quattro indagini a Makari”. Sull’onda lunga della tradizione letteraria che vede storie di gialli ambientati in terre intriganti ed affascinanti, ci immergiamo in un’atmosfera caratterizzata da sospetto, incontri bizzarri, personaggi particolari di cui si esaltano le caratteristiche e se ne sottolineano gli aspetti che li rendono dei “tipi”. Seguiamo dunque, attraverso queste pagine, delle indagini svolte da un trio assai particolare che saprà divertire e far riflettere in egual misura.

La seconda serata ci sposta in un’atmosfera calda, intensa, ammaliante quella della Sicilia al tempo degli emiri. Gaetano Basile, noto giornalista e scrittore, ci accompagna con il suo volume “La Vita in Sicilia al tempo degli Emiri” in una Terra di oltre mille anni fa. Le pagine riportano le testimonianze di coloro che scrissero e videro quei luoghi e quelle atmosfere. Il libro ci apre le porte di un mondo intero: dalla cucina, al mercato passando per le moschee e i luoghi più disparati. Un viaggio in un mondo meraviglioso in cui perdersi.

La terza serata vede protagonista Stefania Auci ed il secondo volume della sua Saga dei Florio. Continuiamo con la scrittrice a ripercorrere, attraverso “L’inverno dei leoni”, la storia di una delle famiglie che in Sicilia la storia l’ha scritta e l’ha segnata per sempre. Della piccola bottega ormai c’è solo il ricordo, questo è il libro dell’ascesa, del trionfo dell’impero del giovane e temerario Ignazio e delle grandi figure femminili della famiglia Florio.

La rassegna si chiude con “Donnafugata” di Costanza DiQuattro che ci riporta ancora indietro nel tempo. Siamo nella Sicilia assolata dell’Ottocento all’epoca della dominazione borbonica. Il volume ci narra della storia di un casato, quello di Donnafugata, tra i più antichi di Ibla, alla cui testa c’è il barone Corrado Arezzo De Spucches. Attraverso la forma del diario, il libro ci immerge nell’atmosfera sognante, ribelle e speranzosa del Risorgimento. Un’atmosfera positiva ed ottimista presto disillusa dall’infausto svolgersi degli eventi.

In evidenza