Trapani, arriva a remi in città, la sfida di Elia nel segno della sostenibilità ambientale

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
14 Marzo 2021 23:07
Trapani, arriva a remi in città, la sfida di Elia nel segno della sostenibilità ambientale

Dalla Sardegna a Trieste, 7000 chilometri e 8 mesi di viaggio, è questo il lungo tragitto che Elia Origoni vuole intraprendere percorrendo il Sentiero Italia. Elia è un avventuriero e ha deciso di percorrere in solitaria tutto lo stivale, sia a piedi sia con una barca a remi, con l'obiettivo di mandare un forte messaggio sul tema dell'ambiente. A fargli compagnia solamente una tenda che gli fa da casa e un fornelletto che gli fa da cucina. Partito lunedì 8 febbraio da Santa Teresa di Gallura, nel Nord della Sardegna, ieri mattina verso le 8:30 il ragazzo ha raggiunto la costa di Trapani, dopo aver navigato per 175 miglia e cinque giorni da solo nel bel mezzo del Mar Mediterraneo che separa la Sardegna dalla Sicilia.

Il suo arrivo è stato accolto dall'entusiasmo del presidente del Cai (Club Alpino Italiano) di Erice Vincenzo Fazio, della Lega Navale di Trapani e di chi era presente in quel momento e aspettava con grande emozione il suo arrivo. Ad attenderlo, oltre a tanti sorrisi e gioia della gente, anche una colazione ricca di cannoli e altre bontà tipiche della Sicilia. L'avventura di Elia non si ferma però a Trapani e il ragazzo continuerà a mettersi in cammino secondo i suoi piani, nei prossimi giorni raggiungerà Messina, attraverserà lo stretto a remi e riprenderà il viaggio a piedi dalla Calabria per risalire tutta la penisola lungo il Sentiero Italia fino alla tappa finale che sarà Trieste.

Simone Crapanzano

In evidenza
Ti potrebbe interessare