Mazara, I Carabinieri arrestano un ragazzo che aggrediva la madre convivente

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
07 Gennaio 2016 11:48
Mazara, I Carabinieri arrestano un ragazzo che aggrediva la madre convivente

Nella mattinata del 5 gennaio 2016, presso la Centrale Operativa della Compagnia di Mazara del Vallo giungeva una richiesta di intervento da parte di una madre spaventata, poiché era in corso una lite dai toni molto accesi con il figlio convivente di venti anni, Castelli Lorenzo. La lite era soltanto l’ennesimo episodio di maltrattamento messo in atto dal ragazzo nei confronti della madre e delle due sorelle maggiori conviventi. Infatti, sin dal pomeriggio del 4 gennaio, il Castelli aveva avuto una serie di liti molto animate con la madre: in un’occasione aveva danneggiato un vetro ed un mobile per poi dileguarsi all’arrivo dei militari dell’Arma.

Durante la sera del 4 gennaio, in assenza della madre e delle sorelle, aveva dato fuoco ad un pigiama e ad un piumone della sorella. Quando i militari sono intervenuti, il Castelli stava lanciando oggetti vari addosso alla madre e, nonostante la presenza di Carabinieri in uniforme, continuava a minacciare e a inveire contro la stessa. A questo punto gli operanti bloccavano il giovane, traendolo in arresto in flagranza per il reato di maltrattamenti in famiglia.

Nella circostanza, veniva eseguita nella camera da letto del Castelli (in foto n.1) una perquisizione domiciliare d’iniziativa, rinvenendo il seguente materiale illecitamente detenuto (foto n.2):- 41,00 gr. di sostanza stupefacente tipo marijuana;- 45 semi di canapa indiana;- 1 pianta di canapa indiana in fioritura dell’altezza di 130 cm;- materiale per la coltivazione.Il giovane veniva accompagnato in caserma, arrestato e, su disposizione del Pubblico Ministero, posto agli arresti domiciliari in altra abitazione presso un parente.

Comunicato stampa

07-01-2016 12,30

{fshare}

In evidenza