Mazara. Gli studenti del Liceo a caccia di tesori in fondo al mare

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
31 Maggio 2016 20:34
Mazara. Gli studenti del Liceo a caccia di tesori in fondo al mare

Ci sarà anche l’archeologia marina tra le attività previste dai tirocini attivati dal Liceo “Adria-Ballatore” per l’anno scolastico 2016/2017. Domani alle 11,00, nell’aula magna dell’Istituto di via Oriani, Sebastiano Tusa, archeologo, sovrintendente del mare e docente di paletnologia all’Università degli Studi di Napoli e la dirigente scolastica Maria Anna Ferrara presenteranno il nuovo progetto di alternanza scuola-lavoro che porterà l'anno prossimo i liceali a stretto contatto con la ricerca archeologica svolta nei fondali marini della Sicilia sud occidentale.

Introdotti dalla legge 107 del 2015, la riforma della “Buona scuola” del Governo Renzi, i tirocini devono essere attivati obbligatoriamente dai licei per avvicinare le aule scolastiche al mondo del lavoro mediante percorsi della durata complessiva di 200 ore. Gli studenti possono così mettersi alla prova anche al di fuori delle classi, venendo in contatto con aziende private, enti pubblici e pratiche indirizzate al raggiungimento di obiettivi concreti, cominciando a costruire un bagaglio di esperienze e competenze spendibile nel loro futuro lavorativo.Quest'anno erano già sette i percorsi di alternanza scuola-lavoro avviati dal Liceo “Adria-Ballatore” e stanno dando modo ai ragazzi di fare le guide turistiche, gli archivisti, gli imprenditori, gli archeologi.

Comunicato stampa

31/05/2016

{fshare}

In evidenza