Mazara, con il tema “Nutrire il Pianeta” prende il via Blue Sea Land 2014. Oggi alle ore 18 l’inaugurazione dell’expo

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
10 Ottobre 2014 11:13
Mazara, con il tema “Nutrire il Pianeta” prende il via Blue Sea Land 2014. Oggi alle ore 18 l’inaugurazione dell’expo

Con il Forum del Mediterraneo, dell'Africa e del Medioriente allargato intitolato "Nutrire il pianeta, energia per la vita" si è aperto ieri pomeriggio, a Palermo, la terza edizione di Blue Sea Land,

l'Expo delle eccellenze agro-ittiche-alimentari del Mediterraneo, Africa e Medioriente allargato.

Nel primo pomeriggio i rappresentanti delle delegazioni istituzionali ed imprenditoriali straniere (Tanzania, Guinea Equatoriale, Congo Brazzaville, Ghana, Kenia, Libia, Nigeria, Angola, Malta, Maldive, Costa D'Avorio, Egitto, Oman, Algeria, Gabon, Principato di Monaco, Mauritania, Tunisia, Senegal, Marocco, Burkina Faso, Turchia, Cipro, Germania, Polonia e Repubblica Ceca) sono state ricevute presso Palazzo dei Normanni dal Presidente della III Commissione Attività Produttive dell'Ars, Bruno Marziano, ed hanno visitato ed ammirato le bellezze di Palazzo dei Normanni.

Successivamente in una Sala Gialla gremitissima di ospiti, l'On. Marziano ha sottolineato: "sono onorato di aprire la terza edizione di Blue Sea Land. I distretti rappresentano un grande volano di aggregazione di imprese e di sviluppo per la nostra Regione, ciò non solo per la cooperazione transfrontaliera ma oltre, mi riferisco ai Paesi dell'Africa Subsahariana e Medio Oriente. Iniziative come queste esaltano la vocazione Mediterranea della Sicilia che deve essere punto di riferimento nel Mediterraneo. Un grazie al Distretto della Pesca ed al suo presidente Giovanni Tumbiolo, importante referente della III Commissione Attività Produttive. Blue Sea Land è un'iniziativa importante anche sotto il profilo culturale"

Giovanni Tumbiolo ha illustrato Blue Sea Land ed ha dato il benvenuto e ringraziato le delegazioni straniere presenti, ambasciatori in Italia e ministri della pesca ed agricoltura, e forze dell'ordine: "Blue Sea Land –ha detto- rappresenta la blue economy in tutte le sue declinazioni, essa va oltre la green economy perché si basa sulla responsabilità condivisa delle risorse e la loro rigenerazione, un modello di sviluppo planetario fondamentale per far risorgere il dialogo economico e culturale. Blue Sea Land è una grande occasione per sviluppare cluster di imprese italiane ed estere e capacità di innovazione al fine di creare lavoro e crescita".

Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo e Presidente di Anci Sicilia, ha utilizzato una bella metafora nel descrivere l'iniziativa: "un mosaico è fatto di cocci diversi ma ognuno di essi è importante e necessario. Il Mediterraneo che vorrei è rappresentato dalla vostra presenza, benvenuti a Palermo, una città mediterranea in Europa".

Giovanni Vaccaro, Governatore Rotary-Distretto 2110, ha presentato la manifestazione "Mediterraneo Unito" che vedrà a Marsala dal 10 al 12 ottobre la presenza di 13 delegazioni dei Distretti del Rotary d'Italia, Malta e San Marino per parlare di dialogo e sostenibilità ambientale.

"Nel pomeriggio di domenica 12 ottobre saremo tutti a Mazara del Vallo insieme ai partecipanti di Blue Sea Land per la grande preghiera di pace fra nella casbah mazarese fra rappresentanti delle religioni Cattolica, Ebraica, Bektashi e Musulmana che reciteranno insieme l'invocazione rotariana per la pace dei popoli, un evento di grande significato".

Baba Mondi, capo della comunità Bektashi dell'Albania è intervenuto ringraziando gli organizzatori di Blue Sea Land augurando a tutti buon lavoro

Ha parlato il decano degli ambasciatori africani in Italia, S.E. Mamadou Kamara Dekamo, Ambasciatore del Congo Brazzaville in Italia: "siamo qui a Blue Sea Land manifestazione preparativa di Expo 2015. Il Mediterraneo non è un muro ma un ponte che permette l'abbraccio di tutti i popoli; non è un caso che qui Sicilia vi sia una forte presenza africana e mediorientale. Grazie per averci invitato".

Kobenan Kouassi Adjoumani, Ministro della Pesca ed Agricoltura della Costa D'Avorio: "la dinamica verso l'emergenza si concretizza nella cooperazione fra privati nei settori pesca, acquacoltura, energia e progetti innovativi per l'ambiente. Spero che altri Paesi si uniranno a noi in questo affascinante viaggio. Il mare offre grandi possibilità per soddisfare le esigenze alimentari delle comunità costiere e proteggere la biodiversità contro la pesca illegale, irresponsabile. Grazie al presidente del Distretto per averci invitato a Blue Sea Land per questa possibilità di dialogo su questi temi che porteremo all'Expo 2015".

Il Presidente del Distretto Giovanni Tumbiolo ha ricordato il grave momento che stanno attraversando in particolare due Paesi del Mediterraneo, Libia e Siria. Ahmed Elmabrouk Safar, Ambasciatore di Libia in Italia ha preso la parola ribadendo la necessità della Libia di partecipare alla cooperazione internazionale".

Eric Tonye Aworhabi, Ambasciatore di Nigeria in Italia: "la popolazione sta crescendo più rapidamente della produzione alimentare , quindi grazie ad Expo 2015 Milano e Blue Sea Land potremo discutere di energie per la vita al fine di non far morire di fame i nostri popoli. La blue economy svolge un ruolo chiave in questo senso, bisogna combattere la pesca illegale che distrugge gli ecosistemi e quindi peggiora la situazione; bisogna proteggere i nostri mari, la nostra terra. Allora scambiamoci, grazie a questa iniziativa, le buone pratiche per garantirci la soddisfazione alimentare, bisogna creare cibi in modo rispettoso per il futuro. Iniziative come queste rappresentano una speranza per l'umanità".

Shakeela Maryam, Ministro della Salute della Repubblica delle Maldive: vorrei invitare gli imprenditori italiani a venire a far conoscere i loro prodotti e noi faremo conoscere i nostri.

Ambasciatrice della Mauritania: la pesca occupa un economia importante per i nostri Paesi rappresenta il 6% delle nostre risorse in Mauritania.

Josephine Wangari Gaita, Ambasciatrice della Repubblica del Kenia in Italia: "stiamo parlando di emergenza alimentare, la pesca è un settore critico per linee guida per cattura specie ittiche in via estinzione. Bisogna mettere in comune idee, tecnologie e progetti per affrontare questa emergenza, la blue economy è una soluzione e questo forum è straordinario"

Vittorio Sandalli, Vice Direttore Centrale per l'Internazionalizzazione del Sistema Paese e le Autonomie Territoriali–Ministero degli Affari Esteri ha così concluso i lavori: "questo è un importante momento considerata la contemporanea e grande presenza di rappresentanti stranieri. Plaudo ai grandi sforzi del Distretto della Pesca, un'iniziativa che non ha precedenti in Italia". Alleanza è una parola chiave, alleanza fra i popoli con sforzi comuni per costruire società che portino maggiore benessere, alleanza fra le istituzioni centrali, regionali e locali italiane. Pertanto il Ministero degli Esteri accompagna questa iniziativa in un momento decisamente difficile negli equilibri internazionali".

Oggi alle ore 18 si terrà l'inaugurazione ufficiale dell'Expo di Blue Sea Land 2014 a Mazara del Vallo, patrocinato anche da Expo 2015 Milano. Dal 10 al 12 ottobre i visitatori avranno modo di interagire, conoscere, assaporare i prodotti frutto del lavoro del mare e della terra, partecipare ad incontri seminariali, dibattiti grazie alla collaborazione di Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero Affari Esteri e Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (che sarà presente con un proprio stand), Assessorati delle Attività Produttive e delle Risorse Agricole ed Alimentari della Regione Sicilia, Confindustria Sicilia, I.T.A., Anci Sicilia, Distretti Siciliani e Gambero Rosso.

In foto, da sx: Vittorio Sandalli_Leoluca Orlando_Bruno Marziano_Mamadou Kamara Dekamo_Kobenan Kouassi Adjoumani_Giovanni Tumbiolo_Giovanni Vaccaro

Potete consultare il programma delle conferenze e dei workshop sul sito www.bluesealand.it

(Comunicato)

10/10/14  10,00

{fshare}

In evidenza