Mazara, Commissariato di P.S., denunce e arresti per rapine, furti e spaccio di stupefacenti

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
09 Ottobre 2014 12:48
Mazara, Commissariato di P.S., denunce e arresti per rapine, furti e spaccio di stupefacenti

Personale della Squadra Investigativa e dell'Ufficio controllo del territorio del Commissariato di P.S. di Mazara del Vallo nell'ambito di appositi servizi

voluti dal signor Questore di Trapani Dr. AGRICOLA e diretti dal Dirigente del Commissariato di P.S. Dr. Carlo NICOTRI, finalizzati alla repressione dei reati in genere, consentivano di denunciare in stato di libertà 11 persone e specificatamente:

• H.H. cl. 93 e B.H. cl. 86 per rapina in concorso operata nell'abitazione di una anziana donna disabile ;• D.S. V. cl. 86 e D.S.S. per lesioni minacce e ingiurie;• V.G. cl.85 e C.A. cl. 83 per inosservanza ai provvedimenti emessi dell'A.G.;• A.F. cl.88 e F.P. cl. 92., per ricettazione ed altro.

Inoltre al culmine di una intensa attività di indagine, condotta dal personale dell'Investigativa di questo Commissariato di P.S. consistita in appositi servizi di osservazione, pedinamento ed altro, mirati alla prevenzione e repressione dei reati in materia di stupefacenti, venivano deferiti alla competente Autorità Giudiziaria 3 soggetti e specificatamente:

• G.A. cl.82;• G.M. cl. 78• B.M. cl.78 per coltivazione, produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo Cannabis- indica.

Nel corso delle varie perquisizioni effettuate a carico dei soggetti coinvolti, venivano rinvenute e poste sotto il vincolo del sequestro due piantagioni di cannabis-indica: la prima era situata all'interno di un fondo attiguo all'abitazione di uno degli indagati. Quest'ultimo è stato sorpreso proprio mentre irrigava le piante. La seconda piantagione, invece, è stata ritrovata all'interno dell'abitazione dell'altro indagato, e più nello specifico all'interno di una stanza adibita a laboratorio per la coltivazione, munita di un sistema di ventilazione, stufa e faretti al fine di riprodurre le condizioni ideali per la crescita delle piante di Cannabis - Indica.

Nella medesima abitazione, inoltre, sono stati rinvenute oltre a una rete adibita per l'essicazione della cannabis-indica, anche diverse dosi e semi della stessa sostanza, pronte per il confezionamento e per la semina.In ultimo veniva rinvenuto oltre al fertilizzante occorrente per la piantagione anche un manuale relativo alla corretta coltivazione della sostanza stupefacente.Altra imponente attività di polizia veniva messa a segno da personale di questa Squadra Investigativa che a seguito di furto consumato ai danni dell'attività commerciale all'insegna "SPORTING ENTEPRISE", riuscendo in poco tempo e prima che merce venisse ricettata, ad identificare gli autori del fatto delittuoso in G.A cl 68;.

G.G cl. 74; A.F.cl.92 e A.T. cl.82. e a recuperare tutta la merce rubata. Infatti all'interno dell'abitazione di due di essi e specificatamente nell'abitazione di G.A. cl.68 e di G.G. cl.74, venivano rinvenuti e sequestrati e successivamente consegnati all'avente diritto, 1200 pezzi circa di abbigliamento, consistenti in scarpe, giubbotti, tute , camice, e altro per un valore stimato di 150.000,00 euro

Si rappresenta, inoltre, che personale dipendente ha tratto in arresto, in esecuzione di un provvedimento emesso dalla Corte d'Appello di Palermo, dietro apposita segnalazione del locale competente ufficio di Polizia, Lungaro Gian Battista , classe 74, al quale sono stati revocati gli arresti domiciliari con conseguente traduzione presso la casa circondariale di Trapani.

(Comunicato)

09/10/14  14,30

{fshare}

In evidenza