Mazara, atto intimidatorio al gruppo “Periferica”? In fiamme una seconda auto di proprietà dell’ideatore Carlo Roccafiorita.

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
13 Luglio 2016 08:43
Mazara, atto intimidatorio al gruppo “Periferica”? In fiamme una seconda auto di proprietà dell’ideatore Carlo Roccafiorita.

Lo scorso 1 maggio in occasione del “My Day Festival” presso la cava di via dell’Acquedotto gestita dal gruppo Periferica notammo una Nissan Micra evidentemente danneggiata dalle fiamme posteggiata nello spazio allestito fra il palco dove si alternavano gruppi musicali e le installazioni. Chiedemmo a Carlo Roccafiorita, ideatore di Periferica, e ci disse che l’auto era andata in fiamme alcuni notti precedenti forse a causa di un corto circuito.

Adesso veniamo a sapere dallo stesso Roccafiorita, anche grazie ad un post pubblicato nel suo profilo, che un’altra sua auto è andata in fiamme alcune notti fa. Si tratta di una Fiat Idea (vedi foto n.1) che era posteggiata sempre in via dell’Acquedotto, sullo stesso lato della carreggiata dove avvenuto l’incendio alla Micra, quasi davanti al cancello della cava di Periferica. L’incendio è avvenuto nella notte fra venerdì 8 e sabato 9 luglio. Sul luogo sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno spento le fiamme, gli stessi non hanno escluso la natura dolosa dell’avvenimento.

Una seconda auto incendiata in poco più di due mesi dalla prima (vedi foto n.2) , il 27 aprile, effettivamente fa sorgere più di qualche interrogativo e supposizione. Forse qualcuno vuol esercitare pressione su questo gruppo di ragazzi che con il loro progetto “Periferica”, già avviato da circa tre anni, stanno recuperando una cava di proprietà facendone un luogo creativo e di cultura e dove si sviluppano vari progetti? Ricordiamo che Periferica è uno dei tre progetti regionali vincitori di “Boom Polmoni urbani”, il concorso di idee promosso dal M5S all’Ars, in collaborazione con Farm Cultural Park di Favara, che mira a favorire la creatività dei giovani siciliani e a creare nuovi modelli di sviluppo urbano.

I tre vincitori vengono fuori da una scrematura che ha visto ai blocchi di partenza oltre 120 proposte progettuali e si sono aggiudicano i 120 mila euro cadauno previsti dal bando che saranno erogati a tranche annuali di 40 mila euro. Forse qualcuno vorrebbe metter le mani in qualche modo sull’attività di “Periferica” che, grazie anche a “Boom Polmoni Urbani, ha già avvito vari laboratori creativi?

Chissà che a dar fastidio sia il progetto Periferica che vedrebbe il recupero di altri spazi urbani abbandonati al degrado? Ci riferiamo ancora alle altre numerose cave disseminate nel territorio mazarese. Più volte abbiamo evidenziato la possibilità, più che concreta, di un utilizzo illegale di cave nel nostro territorio negli ultimi decenni. Più volte abbiamo sollevato la possibilità che all’interno di queste cave si potessero celare contenitori di sostanze tossiche forse scambiate dalla macro criminalità in cambio di altro materiale.

Più volte abbiamo sollevato la possibilità che queste sostanze dopo aver raggiunto le falde acquifere potessero risultare la causa della proliferazione dei casi di tumori nel nostro territorio. Forse l’iniziativa di Periferica, replicabile in altri contesti, e soprattutto un nuovo modo di guardare al territorio potrebbe essere avvertito da alcune strati ombrosi della nostra Società come un pericolo da stoppare prima che sia troppo tardi?

Le nostre sono supposizioni ma certamente vanno fatte considerato il caso. Abbiamo contattato stamattina lo stesso Carlo Roccafiorita che dopo averci raccontato quanto accaduto ci ha detto di non aver ricevuto mai nessuna intimidazione e di nessun genere di pressione, dopo questo secondo caso gli sovviene però qualche interrogativo. Significativa la frase pronunciata al telefono da Paola Galuffo, compagna di Carlo ed anche lei fra i creatori di Periferica: “le uniche persone che abbiamo conosciuto in questi anni sono quelle che ci vogliono bene”.

La nostra redazione ed il sottoscritto esprimono solidarietà ma ancor più vicinanza al gruppo di Periferica: coraggio ragazzi avanti ancor più fortemente.

Francesco Mezzapelle

13-07-2016 10,30

{fshare}

 

In evidenza