Mazara, aggressione ad una collaboratrice dell’ufficio del sindacato Uil

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
23 Maggio 2020 10:12
Mazara, aggressione ad una collaboratrice dell’ufficio del sindacato Uil

Momenti di grande tensione nella tarda mattinata di ieri presso negli uffici mazaresi della Uil di via Solferino a causa di una vera e propria aggressione nei confronti di giovane collaboratrice impegnata nel front-office. Alle ore 11 circa quando una signora è arrivata presso lo stesso ufficio e, senza aspettare il suo turno, ha cominciato a chiedere insistentemente informazioni sulla sua richiesta relativa al reddito di cittadinanza. Una ragazza le ha risposto cercando di fornire spiegazioni ma la donna sarebbe andata in escandescenza.

Ha iniziato ad inveire contro la giovane collaboratrice, poi addirittura ha oltrepassato la barriera che separa la sala di attesa dalle postazioni degli operatori e si è scagliata contro la lavoratrice con violenza inaudita tirandole i capelli procurandole una ferita all’orecchio. Fortunatamente l’intervento immediato del personale dell’ ufficio è riuscito a liberare la ragazza dalla furia dell’avventrice che poi si è allontanata prima che arrivassero i carabinieri ai quali richiesto l’intervento.

Nel frattempo la lavoratrice ferita, ed in stato confusionale, è stata trasportata presso l’ospedale “A.Ajello” dove i medici del pronto soccorso le hanno prestato le cure necessarie; la ragazza è rimasta in osservazione per alcune ore prima di essere dimessa lasciare l’ospedale; la sua prognosi sciolta, ne avrà per diversi giorni. E’ stata formalizzata la denuncia ai carabinieri che già nella mattinata avevano raccolto informazioni in merito al brutto episodio nel corso del loro intervento presso la sede della Uil (in foto copertina la sede mazarese della Uil in via Solferino).

L’avventrice sarebbe stata identificata, sarebbe una donna con passaporto francese, non sarebbe nuova alle forze dell’ordine. Increduli gli operatori, i responsabili dello stesso ufficio Uil e componenti della segreteria provinciale per quanto accaduto, un fatto abbastanza inaudito, considerata la decennale attività nel territorio al servizio di centinaia di cittadini che quotidianamente si rivolgono allo stesso sindacato per diverse esigenze. Francesco Mezzapelle

In evidenza