Mazara, A rischio 51 milioni di euro per le aziende: al Distretto della Pesca presentato il piano JEREMIE

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
20 Febbraio 2015 12:06
Mazara, A rischio 51 milioni di euro per le aziende: al Distretto della Pesca presentato il piano JEREMIE

Stamane, presso la sala stampa del Distretto Produttivo della Pesca in via Gian Giacomo Adria n 59, si è svolto il workshop “Il nuovo strumento finanziario JEREMIE: finanziamento agevolato per le piccole e medie imprese siciliane”. Il Distretto Produttivo della Pesca COSVAP e l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Marsala hanno ospitato i rappresentanti regionali di Unicredit per presentare il piano JEREMIE alle aziende e ai consulenti del territorio.

UniCredit e il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI, l’istituzione del Gruppo BEI specializzata nel capitale di rischio) hanno sottoscritto il 3 giugno 2014 un accordo nell’ambito dell’iniziativa JEREMIE Sicilia al fine di sostenere le micro, piccole e medie imprese (PMI) dell’isola. Grazie alle risorse FESR (Fondo europeo di sviluppo regionale) stanziate dalla Regione Siciliana, pari a un massimo di 22,8 milioni di euro, combinate con ulteriori fondi propri messi a disposizione da UniCredit per il programma (ulteriori 27,9 milioni di euro) sarà quindi possibile erogare prestiti a condizioni agevolate fino a 50 milioni di euro.

A beneficiarne saranno le PMI siciliane attive in tutti i settori economici. I finanziamenti saranno erogati per investimenti in beni materiali e immateriali, per il capitale circolante relativo allo stabilimento, rafforzamento o espansione di attività nuove o esistenti. Il finanziamento di scopo, chirografario o ipotecario, si articola in due componenti di pari durata: una quota con fondi UniCredit, pari al 55% dell’importo complessivo del finanziamento con tasso variabile parametrato all’Euribor a 3 mesi maggiorato di uno spread e una quota con fondi JEREMIE pari al 45% dell’importo complessivo del finanziamento con fondi FEI a tasso zero.

“Jeremie Sicilia rappresenta - ha sottolineato Gregorio Squadrito, Responsabile commerciale Corporate Sicilia di UniCredit - uno strumento utile a sostenere l’economia dell’isola, fornendo un concreto supporto alle piccole e medie imprese che da sole

rappresentano una larga fetta del tessuto imprenditoriale siciliano. Auspico che gli imprenditori utilizzino in maniera massiccia questo strumento che non richiede una documentazione complessa e che può aiutare a far ripartire gli investimenti nell’isola”. “JEREMIE è uno strumento assolutamente innovativo in fatto di accesso al credito, la cui caratteristica principale è quella di avere una procedura estremamente semplificata. Il rischio che oggi le aziende corrono – ha sottolineato il Presidente del Distretto Produttivo della Pesca, Giovanni Tumbiolo – è quello di perdere 51 milioni di euro di finanziamenti europei e questo è un lusso che gli imprenditori siciliani non possono permettersi.

Grazie alla sinergia del Distretto Produttivo della Pesca con Unicredit, abbiamo identificato delle aree produttive per poter effettuare degli interventi ed agevolare i nostri associati, seppur è evidente la necessità di migliorare la flessibilità e l’accesso al credito per le imprese” “Il ruolo dei consulenti oggi è quello di aiutare le aziende nella ricerca delle migliori soluzioni di credito e non solo. – lo dichiara Ignazio Urso , Vice Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Marsala - Da quando è iniziata nel 2008, la Sicilia è stato fra gli ultimi territori a sentire l’onda lunga della crisi, ma oggi stentiamo a uscirne.

Strumenti come JEREMIE rappresentano sicuramente una opportunità di nuovo slancio per le aziende. ” Le modalità attuative e le condizioni di accesso al fondo JEREMIE sono state illustrate dal Dott. Riccardo Benanti, Specialista di Finanza d’Impresa del Commerciale Corporate Sicilia di Unicredit. (in allegato foto: da sx Giovanni Tumbiolo, Gregorio Squadrito, Ignazio Urso, Riccardo Benanti)

Comunicato stampa Mazara 20/02/2015{fshare}

In evidenza