Il progetto “Periferica” dell’ass. mazarese “Corda” fra i vincitori del concorso “Boom Polmoni Urbani” promosso da M5S Sicilia. 120mila euro ai vincitori sviluppare i progetti.

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
01 Settembre 2015 15:57
Il progetto “Periferica” dell’ass. mazarese “Corda” fra i vincitori del concorso “Boom Polmoni Urbani” promosso da M5S Sicilia. 120mila euro ai vincitori sviluppare i progetti.

“Periferica”, il festival internazionale di rigenerazione urbana nato a Mazara del Vallo e promosso dall’associazione no-profit “Corda”, è uno dei tre vincitori della I edizione del concorso di idee “Boom – Polmoni Urbani” promosso dal Movimento 5 Stelle Sicilia in collaborazione con Farm Cultural Park di Favara. L'iniziativa "Polmoni Urbani" trova copertura finanziaria tramite la restituzione delle eccedenze degli stipendi dei 14 deputati che compongono il Gruppo Parlamentare all’A.R.S. del MoVimento 5 Stelle (come del resto l’operazione del microcredito per le imprese e quello della realizzazione della scorciatoia di Caltavuturo).

Il nome del progetto nasce dall’idea di creare all’interno delle città dei luoghi che abbiano una funzione vitale, quella di far respirare (nuovamente) l’intero organismo città e ognuno dei suoi abitanti. Un po’ quello che sta succedendo a Favara, con la “Farm cultural Park”, dove un gruppo di sognatori e di professionisti ha fatto rinascere il centro storico del piccolo centro in provincia di Agrigento.

“Boom – Polmoni Urbani”, è un concorso di idee, dove le prime tre risultanti vincitrici hanno ottenuto un contributo di 120.000 euro lordi a fondo perduto ciascuno. Il 15 settembre vi sarà l’erogazione della prima tranche annuale da 40.000 euro.

L’attività di valutazione dei progetti candidati è stata conclusa dalla commissione esaminatrice formata da esperti: Caterina Seia (Esperta in economia della cultura); Emilio Casalini (Giornalista); Annibale D’Elia (esperto di innovazione sociale e politiche giovanili).

Lo scorso 29 agosto a Catania si erano svolti i colloqui della commissione con i 10 progetti finalisti. I tre progetti selezionati come vincitori del concorso Boom Polmoni Urbani sono:1 -STREET FACTORY ECLETTICA – Caltanissetta2- PERIFERICA – Mazara del Vallo3 - TRAME DI QUARTIERE – CataniaUna menzione speciale e un particolare apprezzamento della Commissione va anche al primo dei progetti non finanziati: BELLA SAPI – Racalmuto (AG).

I progetti vincitori verranno presentati al pubblico e alla stampa mercoledì 9 settembre alle ore 11 a Palermo presso l’Assemblea Regionale Siciliana. “Siamo molto contenti – afferma Claudia La Rocca, tra i parlamentari che più da vicino hanno seguito il progetto – di essere alle soglie di questo ennesimo traguardo. Ci riempie di orgoglio fare nel nostro piccolo del bene per la nostra Sicilia. In questo caso il concorso di idee premierà 3 progetti che avranno il fine di valorizzare i luoghi dei nostri Comuni e le capacità dei siciliani che hanno deciso di mettersi in gioco, dando respiro, nonché beneficio, alla cittadinanza, innescando una sorta di di ‘rigenerazione urbana’ ".

“Certo – continuano i deputati del Movimento – le operazioni che abbiamo realizzato e stiamo realizzando con le somme che sottraiamo ai nostri stipendi non cambieranno il volto della Sicilia. Rappresentano, però, un fortissimo segnale che tutti gli altri deputati ed assessori regionali continuano ad ignorare. A loro rinnoviamo l’invito a restituire parte dei loro stipendi, invece di criticare, o peggio, osteggiare le nostre iniziative, che sono apprezzatissime dalla stragrande maggioranza dei siciliani. Ed è quello che veramente conta”.

"Periferica Project: quando la rigenerazione urbana è giovane". Il progetto specifico con il quale Periferica ha vinto sarà reso pubblico nei prossimi giorni. Importante è però sottolineare che il gruppo di progettazione di Periferica ha in precedenza organizzato un progetto di rigenerazione urbana che si è svolto in due edizioni (nel 2013 e 2014) a Mazara del Vallo, in una cava privata della zona di piazza Macello. Il progetto, interamente autofinanziato ed organizzato dall'associazione no-profit Corda, mira a risanare le zone degradate della periferia di Mazara.

La suggestiva cava di tufo già risanata durante la prima edizione (oggi denominata Cava degli Umori) è stata per giorni sede di laboratori e workshop gratuiti di architettura, design, fotografia, musica ma anche ortocultura e altro. Sono stati presenti studenti e docenti provenienti da tutta Italia e dal resto dell'Europa, pronti a mettersi in gioco per progettare opere utili al quartiere Macello, area storicamente importante della città di Mazara. In particolare il progetto è stato indirizzato ad un intervento per la scuola elementare del quartiere: rigenerare partendo dal contatto con le risorse più giovani. (in foto n.1 alcuni fra organizzatori e partecipanti a Periferica)  

Oltre ai workshop e ai laboratori, i giorni dell'iniziativa hanno visto eventi pensati per la comunità. L'assunto di base è la possibilità di un processo collaborativo tra i diversi strati sociali che possa generare miglioramento per la città. Di qui, dunque, le indagini preliminari sul territorio di intervento che hanno preceduto la progettazione del festival stesso.

Periferica è un progetto giovane, nato dall'idea di Carlo Roccafiorita, studente d'architettura all'università di Ferrara, e Paola Galuffo, studentessa di lettere all'università di Padova. Entrambi d'origine mazarese, sono riusciti in poco tempo a coinvolgere un gruppo esteso di loro concittadini, potendo così contare oggi su un team di intraprendenti neo-laureati, studenti e professionisti appartenenti ad una fascia d'età che va dai 20 ai 30 anni. (in foto n.2 un gruppo di giovani che progetta nel corso di Periferica)

In un solo anno, Periferica ha già ricevuto il primo premio dal Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori come miglior progetto di rigenerazione urbana durante il concorso nazionale Ri.u.so. 01. Si è inoltre classificato sesto tra 600 progetti italiani partecipanti al concorso CheFare.Non molto distante dal "miracolo di Favara", il team di Periferica è stato recentemente ospite dell'ormai celebre Farm Cultural Park. Pare quindi vicina una possibile collaborazione tra i due progetti siciliani miranti alla rigenerazione urbana e culturale.

Una comunicazione fresca ed un utilizzo acuto dei social networks che ben si addice all'età degli organizzatori: Periferica è un contenitore di creatività. Tra le sue iniziative mediatiche, risalta senza dubbio #periferici, una raccolta di brevi interviste video ad un gruppo di giovani mazaresi in diversi punti della città.

Francesco Mezzapelle

01-09-2015 17,45

{fshare}

In evidenza