Il coordinatore nazionale Giovan Battista Marrone saluta la Rete Sophia e annuncia Roberto Vecchioni a Mazara

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
15 Marzo 2019 09:30
Il coordinatore nazionale Giovan Battista Marrone saluta la Rete Sophia e annuncia Roberto Vecchioni a Mazara

Abbiamo incontrato il prof. Giovan Battista Marrone, docente di scienze matematiche e fisica presso l’I.C. “Giuseppe Grassa” di Mazara del Vallo, Coordinatore Nazionale della Rete Sophia, la rete di scuole che si propone di accrescere la preparazione dei docenti delle scuole aderenti, riunendo un numeroso gruppo di plessi scolastici realizzando eventi di approfondimento formativo e culturale. La Rete Sophia, nella provincia di Trapani in particolare, ha fornito il suo significativo contributo ospitando personalità di spicco dal mondo dell’istruzione, della cultura e dello sport.

Il prof. Marrone però, ci fa sapere che, per quanto riguarda la coordinazione nazionale di Rete Sophia, è arrivato il momento dei saluti, momento che coinciderà con un evento particolarmente significativo, non solo per la popolarità e lo spessore accademico del personaggio, ma specialmente per le finalità che la rete si propone. Prossimo ospite della Rete Sophia in Sicilia e in Campania sarà infatti il cantautore Roberto Vecchioni, che incontrerà studenti e docenti e famiglie. L’incontro con il professor Vecchioni si terrà a Mazara del Vallo presso il cineteatro Rivoli e presso i plessi scolastici appartenenti alla Rete Sophia e, a Capaccio Paestum, presso il Liceo “Piranesi.

L’ iniziativa è stata fortemente voluta dal coordinatore nazionale professor Giovanni Marrone e della referente in Campania professoressa Annamaria Di Bartolomeo, secondo i quali la scuola deve puntare all’interesse degli studenti e offrire occasioni di crescita e confronto. Gli studenti, infatti, potranno conoscere, intervistare, dialogare con uno dei più grandi artisti e scrittori italiani, che nella sua ultima fatica editoriale “La vita che si ama” affronta la sfida dell’essere felici partendo dalla profondità degli affetti, attraverso pagine intrise di passione e intimità.

Queste le parole con cui il prof. Marrone presenta l’evento e si accinge a concludere questa sua esperienza: “Da anni, la Rete Sophia è convinta che per la crescita e la qualità della scuola sia indispensabile un’osmosi fra i vari campi del sapere che superi la parcellizzazione e la cristallizzazione delle conoscenze e delle competenze. Gli innumerevoli seminari, incontri e approfondimenti che la rete ha proposto – aggiunge il prof. Marrone -, sono da valutare nell’ottica, degli scambi reciproci, della buona sperimentazione didattica.

All’uopo, voglio ringraziare e ricordare alcuni grandi relatori che la rete ha ospitato in questi anni: il linguista e filologo Francesco Sabatini; il coordinatore Area ricerca del Servizio Nazionale di Valutazione (INVALSI), Roberto Ricci; il Direttore del CAFRE, Università di Pisa, Francesco Favilli, il Docente di Psicopedagogia dei nuovi media e di Tecnologie dell’E-learning presso la Scuola di Psicologia dell’Università di Padova Graziano Cecchinato; l’esperto in rubriche valutative e sistemi di valutazione nella didattica della matematica e percorsi CLIL dell’Università di Roma La Sapienza, Cristiano Corsini; la referente INDIRE del progetto Avanguardie educative e membro del gruppo di progetto Making Learning and Thinking Visible in Italian Secondary Schools, Elena Mosa; il ricercatore presso il Nucleo territoriale Sud INDIRE, Maria Guida; l’atleta paralimpico Triathlon Andrea Devicenzi e tanti altri ancora che hanno arricchito il nostro bagaglio culturale, i quali non ho affatto dimenticato e cui non mancherò di ringraziare in occasioni successive.

Un ringraziamento va anche a tutti gli amici della Rete Sophia che negli anni hanno dato un solido aiuto per la realizzazione degli eventi. Colgo l’occasione - conclude il prof. –  per fare un in bocca al lupo alla futura coordinatrice Nazionale professoressa Annamaria Di Bartolomeo del Liceo “Piranesi” di Peastum”. Tommaso Ardagna

In evidenza