Campagna acquisti di Forza Italia in Provincia, uomini e donne di D’Alì di nuovo alla corte di Berlusconi

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
22 Ottobre 2014 07:51
Campagna acquisti di Forza Italia in Provincia, uomini e donne di D’Alì di nuovo alla corte di Berlusconi

Probabilmente i nuovi venti romani che sembrano ancor più riavvicinare, nonostante molta stampa "istituzionale" se ne guardi bene dall'evidenziare, Silvio Berlusconi al presidente del Consiglio Matteo Renzi (il cosiddetto "patto del Nazareno" è stato il primo passo), stanno sconvolgendo anche la geografia politica in Provincia di Trapani.

Così come spesso accade ormai da qualche decennio a dettare i cambiamenti nel centrodestra trapanese è il sen. Antonio D'Alì, lo storico "feudatario" politico di Silvio Berlusconi in Provincia di Trapani, uno dei fondatori di Forza Italia e con diversi incarichi nei governi Berlusconi.

Nei giorni scorsi D'Alì, che era passato al NCD di Angelino Alfano con la corrente di Renato Schifani, è ritornato dal "gran maestro" aprendo di fatto un varco fra le due formazioni politiche; a seguirlo ovviamente tutti i suoi uomini, e qualche donna. Chissà che la decisione di D'Alì, mera da nostalgie, non sia stata presa a seguito di qualche incarico mai ricevuto dopo l'appoggio ad Alfano; o forse presuppone un riavvicinamento fra Alfano e Berlusconi al fine di un maggiore sostegno al Governo Renzi?

Ad ogni modo la nuova campagna acquisti di Berlusconi è iniziata e così più di una ventina di politici della Provincia hanno seguito il senatore trapanese alla corte di Arcore.

Così si legge nel comunicato, peraltro senza firma, proveniente dalla segreteria di D'Alì: "ascoltate, valutate e condivise le motivazioni che hanno indotto il Sen. Antonio D'Alì' a ribadire la sua storica appartenenza al movimento di Forza Italia e la vicinanza, personalmente mai venuta meno, al presidente Silvio Berlusconi, con l'entusiasmo, la determinazione, la compattezza e la tensione morale e civica che hanno sempre contraddistinto il nostro impegno politico, già come eletti e dirigenti del Popolo della Libertà e del NCD , comunichiamo la nostra volontà di aderire sin da oggi a Forza Italia:- Antonella Gandolfo - che si dimette da componente dell'assemblea nazionale NCD- Angelo Burgarello - che si dimette da componente dell'assemblea nazionale NCD- Antonino Daidone - che si dimette da componente dell'assemblea nazionale NCD- Giuseppe Poma - già presidente PDL/Trapani del Consiglio Provinciale di Trapani- Enzo Domingo - già consigliere PDL/Marsala del Consiglio Provinciale di Trapani- Guglielmo Anastasi - consigliere comunale Marsala Forza Italia- Pino Siragusa - già consigliere PDL del Consiglio Provinciale di Trapani, candidato Sindaco NCD a Mazara del Vallo- Giuseppe Guaiana - cons.comunale di Trapani eletto nella lista PDL- gruppo NCD- Salvatore La Pica - cons.

comunale di Trapani eletto nella lista PDL- gruppo NCD- Nicola Lamia - cons. comunale di Trapani eletto nella lista PDL- gruppo NCD- Leonardo Peralta - primo dei non eletti PDL al comune di Trapani- Giuseppe Randazzo - presidente dell'Azienda Trasporti Municipale di Trapani- Uccio Savalli - già assessore del Comune di Trapani- Maria Pia Incarbona - già assessore del Comune di Trapani- Rosalia Citrolo - già assessore del Comune di Trapani- Lella Pantaleo - consigliere comunale di Erice - NCD- Chirco e D'Antoni- Gianni Basiricò - candidato Sindaco del Comune di Paceco- Mimmo D'Antoni - già coordinatore comunale PDL/NCD- Margherita Ingardia- consigliere comunale di Paceco-Vita Alba Adamo - consigliere comunale di Paceco- Rosaria Nolfo - presidente Circolo NCD "Nubia"- Salvatore Colomba - già candidato Sindaco/PDL al Comune di Valderice- Pietro Caradonna, Peppe Caruso, Loris Levante del circolo NCD di Salemi

Inoltre molti altri esponenti già del PDL, di liste civiche, dell'NCD, avendolo già preannunciato, comunicheranno nei prossimi giorni la loro adesione al progetto della nuova Forza Italia, così come tantissimi cittadini (tra l'altro presenti alla riunione operativa che si è tenuta lunedì sera alla Baia dei Mulini) hanno manifestato il loro entusiasmo per il rinnovato impegno del Sen. Antonio D'Alì.

Nel rivolgere un sincero saluto ed augurio di buon lavoro anche al coordinatore regionale di Forza Italia Sen. Vincenzo Gibiino, vogliamo ricordare quanti e quali straordinari positivi risultati nell'esclusivo interesse dei cittadini della provincia di Trapani e dell'intera Sicilia abbia conseguito la componente guidata dal Sen. Antonio D'Ali' grazie alla costante attenzione del leader di Forza Italia Silvio Berlusconi. Vediamo pertanto nel consolidarsi con rinnovata forza ed entusiasmo di questo progetto politico dalla base al vertice le premesse per nuovi ed ancor più significativi successi per lo sviluppo socio-economico della Sicilia e del territorio trapanese".

Ci chiediamo: il continuo trasformismo politico in un'Italia, sempre più un Paese per vecchi, come si coincilia con i proclami di rinnovamento della classe politica dirigente? Bisognerebbe ammettere che i rappresentanti della casta continuano ad adottare una logica gattoperdesca della politica al fine di rimanere a galla e mantenere i propri in privilegi ed il loro feudo.  

Francesco Mezzapelle

22-10- 2014 9,30

{fshare}     

In evidenza