Trapani, cede una dose ma non si accorge dei Carabinieri: arrestato giovane

Stava per cedere grammi di marijuana ad altri due giovani. È il terzo arresto in 10 mesi per il 20enne.

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
12 Giugno 2021 13:12
Trapani, cede una dose ma non si accorge dei Carabinieri: arrestato giovane

I Carabinieri delle Stazioni di Trapani Borgo Annunziata e di Erice hanno arrestato P.G., 20enne trapanese già gravato da precedenti di polizia.

Nello specifico, nell’ambito di mirato servizio finalizzato al contrasto della diffusione di sostanze stupefacenti e psicotrope nei luoghi di aggregazione giovanile, i militari operanti hanno documentato la cessione di un involucro contenente 1,5 grammi di marijuana da parte dell’arrestato, persona a loro ben nota, ad altri due giovani trapanesi di 16 e 23 anni, per un corrispettivo di 10 euro.

Dopo essere intervenuti ed aver identificato i presenti, i Carabinieri hanno svolto una perquisizione presso il domicilio del 20enne per verificare se lo stesso fosse in possesso di ulteriori quantitativi di droga. Durante l’attività è stata trovata un’altra dose della medesima sostanza stupefacente confezionata nello stesso modo di quella poco prima ceduta ai due giovani.

A seguito di convalida dell’arresto da parte della competente Autorità Giudiziaria, il giovane è stato sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria due volte al giorno per tutti i giorni della settimana. Negli ultimi 10 mesi, è la terza volta che i Carabinieri lo arrestato per reati in materia di stupefacenti.

I due giovani acquirenti, tra l’altro in possesso anche di alcuni grammi di hashish, sono stati segnalati alla locale Autorità Amministrativa in qualità di assuntori non terapeutici di sostanze stupefacenti: rischiano di incorrere in sanzioni amministrative quali la sospensione (o il divieto di conseguirli) della patente di guida fino a tre anni, della licenza di porto d’armi, nonché del passaporto e di ogni altro documento equipollente, per un periodo da due mesi ad un anno.

Comunicato stampa

In evidenza