Controlli sulla filiera ittica nel porto peschereccio di Trapani

Sequestro di circa 200 kg di pescato e all’elevazione di n°6 (sei) verbali amministrativi per gli illeciti rilevati

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
12 Novembre 2021 16:38
Controlli sulla filiera ittica nel porto peschereccio di Trapani

Nella mattinata odierna, gli uomini della Capitaneria di porto di Trapani, assieme ad una pattuglia del nucleo radiomobile dei Carabinieri di Trapani, hanno svolto una massiccia operazione di controllo sulla filiera ittica nel porto peschereccio di Trapani.

L’attività, mirata a contrastare il fenomeno della commercializzazione di prodotti ittici sprovvisti di qualsivoglia documentazione attestante la provenienza e delle informazioni necessarie da fornire al consumatore, ha portato al sequestro di circa 200 kg di pescato e all’elevazione di n°6 (sei) verbali amministrativi per gli illeciti rilevati.

Il prodotto ittico è stato successivamente distrutto perché dichiarato non idoneo al consumo umano da parte del veterinario intervenuto.

Il lavoro sinergico dei militari operanti, mira a garantire la tutela dei consumatori dall’azione indiscriminata dei venditori abusivi che immettono in commercio pescato di dubbia provenienza e conservato in condizioni inidonee, potenzialmente pericoloso per le persone.

Il blitz, oltre al sequestro del pescato, ha consentito di sgomberare un’area del porto peschereccio che veniva illegalmente adibito a mercato del pesce.

Prosegue quindi senza sosta l’impegno della Guardia Costiera di Trapani per la repressione della commercializzazione abusiva di prodotto ittico, anche a tutela degli operatori del settore volgenti l’attività professionale in modo legittimo, e per il recupero decoroso del porto peschereccio a favore della collettività.

Proprio in questi giorni al fine aumentare la sicurezza dell’area, l’autorità di sistema portuale ha attivato la videosorveglianza di quel tratto di porto.

Comunicato stampa

Foto gallery
In evidenza