Tonnarella: “amabili resti” certamente

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
19 Agosto 2013 09:13
Tonnarella: “amabili resti” certamente

Quando mancano ancora due settimane, forse tre, tempo permettendo, alla fine della stagione balneare mazarese, a Tonnarella, lungo il litorale della "spiaggia della città" si registrano varie problematiche

ambientali. Non possiamo non ricordare la discutibile pulizia del lungo arenile; peraltro non abbiamo avuto comunicazione sulla sua disinfestazione come avvenuto ogni anno, probabilmente questa è stata inclusa nella generale disinfestazione del territorio urbano avviata ai primi di luglio.

Non possiamo non ricordare l'imperversante presenza di orde di cani randagi che avendo acquisito "il diritto di cittadinanza" scorrazzano in lungo e largo facendo spesso compagnia ai bagnanti o accompagnando quanti in bicicletta o a piedi percorrono il lungomare Fatamorgana; inoltre al calar del sole e fino all'alba li vedi prendere d'assalto i cassonetti dei rifiuti o quanto rimasto dalle grigliate serali che animano l'intero litorale, il risultato è quello di presentare, vista la mancanza quotidiana di un servizio di pulizia, alle molte famiglie che frequentano la spiaggia libera (o quel che ne rimane) una spiaggia piena di sacchetti, plastica e quant'altro: spettacolo indecente.

Come chiudere gli occhi quando ad estate inoltrata osservi (vedi foto scattata venerdì 16 agosto) cumuli di resti da potatura e spazzatura e rifiuti ingombranti, una vera discarica a cielo aperto, nel piazzale compreso fra via Resistenza e via degli Sportivi? Si proprio in quel piazzale dove alcuni turisti in camper trovano riparo per farsi un bagno o consumare un pasto alla vista del mare, quello ancora a Tonnarella risulta bellissimo e molte località viciniore ci invidiano.

Cittadini poco civili credono che lo spazio pubblico sia terra di nessuno e vi scaricano i prodotti della pulizia dei loro villini. "Chi se ne frega cosa si deposita fuori dal mio cancello importante che superato questo sia tutto in ordine e luccicante"; questo è il pensiero di molti cittadini, i fatti sono inequivocabili. Non ci sono giustificazioni. Esiste un servizio della Belice Ambiente Spa che su chiamata raccoglie i rifiuti ingombranti a domicilio. Ma negli anni scorsi la stessa Belice Ambiente non aveva posteggiato un container per la raccolta del materiale risultante dalla pulizia dei villini?

Pertanto chiediamo ancora una volta: chi controlla o vigila sui reati ambientali commessi notte e giorno a Tonnarella? Certamente non possiamo non plaudire all'azione degli uomini della locale Capitaneria di Porto volta a far rispettare quanto regolamentato con l'annuale operazione "Mare Sicuro". Ma di notte lungo l'arenile trasformato in una grande barbecue? Certamente plaudiamo al massiccio impegno dei vigili urbani che durante il giorno elevano verbali a quanti posteggiano selvaggiamente, occupando anche stalli riservati a disabili o ingressi di abitazioni, sul lungomare Fatamorgana. Certamente le casse comunali, gravate da molti debiti fuori bilancio a causa di svariate inadempienze ne trarranno giovamento.

Ma sul reale problema dei parcheggi a Tonnarella è stata trovata una soluzione? Due anni fa, ad aprile, l'Amministrazione comunale, e nello specifico il III Settore "Servizi alla Città e al Territorio", aveva diramato un avviso pubblico con il quale ricercava aree situate in prossimità del lungomare Fata Morgana da adibire a parcheggi, da utilizzare esclusivamente nella stagione estiva, dal 1 giugno al 30 settembre.

Una semplice proposta: perché non utilizzare, interessando gli stessi proprietari, anche la stessa area fra via Resistenza e via degli Sportivi a parcheggio comunale. Magari si potrebbe predisporre un servizio di posteggiatori, non quelli abusivi presenti in molte zone della città, con il supporto di alcune associazioni di disoccupati (già costituite), magari, chissà, noleggiando qualche bus navetta (il trenino turistico ha altre finalità) per accompagnare i cittadini e visitatori in spiaggia. Troppo impegno forse? Scusate, avete ragione è più facile, e comodo, mantenere l'attuale situazione e, nel frattempo, godiamoci gli "amabili resti" di questa estate 2013.

 

19-08-2013  11,00

{fshare}

In evidenza