Tiene banco la questione “Congiunti”: ecco chi sono

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
27 Aprile 2020 16:48
Tiene banco la questione “Congiunti”: ecco chi sono

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte è intervenuto ieri sera spiegando quelle che sono le direttive della “Fase 2”, nel segno della gradualità e della prudenza. Come preannunciato, la data del 4 Maggio rappresenta la vera fase dettata da una maggiore libertà con le condizioni della sicurezza pubblica che il periodo impone. Ciò che tiene banco nelle ore successive alla conferenza stampa del Premier Conte è la questione dei legami familiari: il nuovo Dpcm prevede, infatti, lo spostamento all'interno della stessa regione per motivi di lavoro, salute e casi di necessità.

Dal 4 Maggio però «aggiungiamo la possibilità di spostamenti mirati per far visita a congiunti; siamo consapevoli che molte famiglie sono state separate, genitori con figli, nonni con nipoti, quindi vogliamo consentire loro delle visite ma fatte nel rispetto delle distanze con l'adozione delle mascherine e con divieto di assembramento. Non stiamo dicendo che sono consentiti dal 4 Maggio party privati o ritrovi di famiglia». La precisazione di Conte ha sollevato un dibattito sul termine “Congiunti” che trova risposta solo in ambito penale, vale a dire quelle persone che sono «gli ascendenti, discendenti, il coniuge, la parte di un'unione civile tra le persone dello stesso sesso, i fratelli, le sorelle, gli affini nello stesso grado, nipoti e zii».

In evidenza