Stasera concerto a cura del Rotary con raccolta fondi per il progetto “Una Palestra Per Mazara 2”

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
09 Agosto 2017 07:46
Stasera concerto a cura del Rotary con raccolta fondi per il progetto “Una Palestra Per Mazara 2”

Stasera alle ore 21 presso le Cantine Gazze Rosse, messe a disposizione per l'evento dalla famiglia Di Gregorio, appuntamento con il tradizionale "Concerto sotto le Stelle" che il Rotary Club di Mazara del Vallo, quest'anno dedica alla raccolta fondi per l'iniziativa "Una Palestra Per Mazara 2". Il Rotary Club, con il supporto del Distretto 2110 del Rotary International e dei Rotary Club di Alcamo e Salemi attrezzerà la palestra della Scuola Media Luigi Pirandello, sezione distaccata di Mazara 2. Ciò consentirà ai ragazzi di quella periferia di praticare sport rigorosi e altamente formativi, come Kick Boxing e arti marziali.

Partners dell'iniziativa, che impegnerà il Club per ben tre anni a garantire il funzionamento della palestra, il Maestro Francesco Vaccaro e la Scuola Media Luigi Pirandello, nella persona del Dirigente Prof. Antonella Marino. Gli artisti che hanno accettato di esibirsi per questo concerto di beneficenza (vedi foto n.1 locandina) sono: Michele Romeo, chitarrista ben noto a livello nazionale, Gaspare Messina "flautista e sassofonista" musicista di grande esperienza e spessore, e la giovane promessa Daniele Collura, che propone il fascino dell'intramontabile fisarmonica. L'ingresso all'evento sarà possibile solo ed esclusivamente fino ad esaurimento posti.

A spiegare il progetto è il presidente del Rotary Club di Mazara del Vallo, l’ing. Vincenzo Montalbano Caracci. “Il progetto “Il Rotary per Mazara 2” nasce dall’esperienza di ciò che già si è realizzato nel quartiere di Scampia a Napoli e non solo. Mazara 2 (vedi foto n.2) è una periferia degradata, con strade non sicure, con palazzi pericolanti e appartamenti il più delle volte occupati da abusivi. Negli incontri con le madri, si avverte la richiesta di un aiuto forte e solidale perché le sorti dei loro figli non siano segnati dal ghetto, privo di sbocchi socialmente accettabili.

Sono luoghi dove non esistono attività ricreative e formative per i giovani. Basti pensare che la scuola elementare ha dovuto provvedere a dotarsi di un cancello blindato per evitare che i bambini scappassero dalle classi; la scuola media è di fatto composta solamente da 3 classi in quanto molti ragazzi preferiscono la strada piuttosto che lo studio. Dinnanzi ad un contesto come quello descritto, il Club ha voluto accogliere la richiesta di aiuto di molte madri, predisponendo un progetto rivolto a ragazzi tra i 6 e i 14 anni, progetto che mira a dare una possibile soluzione ai problemi innescati dalla devianza giovanile, tipici del quartiere".

Montalbano Caracci spiega nei dettagli il progetto. “Si è pensato di provvedere all’attrezzamento e alla conduzione corrente di una palestra ove poter praticare kick boxing e taekwondo, discipline sportive educative e formative. I 2 docenti sportivi, Gaspare Russo e Francesco Vaccaro svolgeranno gratuitamente con puro spirito di servizio che ammiriamo e che ci ha dato il segno dello spessore morale dei due giovani, le lezioni che avverranno orientativamente per 2 ore settimanali per ciascuna disciplina.

La Scuola Media Luigi Pirandello, che ha molto apprezzato il progetto, tanto da rendere disponibili i locali della palestra di loro proprietà, sarà il nostro partner. Ad essa saranno consegnate in proprietà le attrezzature che approvvigioneremo, ad essa il compito di supportarci nel reclutamento, ad essa la responsabilità di continuare un percorso che vogliamo virtuoso”.

Il Rotary Club Mazara del Vallo garantirà, oltre al primo attrezzamento della palestra, per cui sono stati chiesti contributi a valere sulle sovvenzioni distrettuali, sponsor i RC di Salemi e Alcamo, un supporto costante per i primi tre anni, e sarà pronto a dare il contributo per le spese correnti, a seguire i progressi della “palestra” e ad intervenire con discrezione nella messa a regime dell’iniziativa attraverso consigli professionali, nuove idee, individuazione di sponsor interessati a che una esperienza come quella prospettata continui oltre il triennio.In pratica il Rotary si farà carico del necessario adattamento dei locali, della fornitura delle attrezzature sportive, dell’insegnamento delle discipline e degli allenamenti, delle divise per i giovani.

Infine il presidente del Club Rotary di Mazara illustra lo scopo del progetto. “Lo scopo è quello di garantire attraverso lo sport un valido veicolo di contrasto ad ogni forma di violenza e di discriminazione, facendo si che si riconosca lo sport e la sua pratica come strumento di aggregazione e di solidarietà. E’ proprio l’attività sportiva, intesa sia come stile di vita salubre sia come esperienza comunitaria, quella che favorisce la maturazione della personalità nel rispetto degli altri e l’educazione all’impegno sociale e civile.

Lo sport potrà rappresentare una fonte di esperienza, capace di costruire uno stile di vita salutare, garantire una crescita armoniosa del corpo e il controllo di se’, migliorare il senso di collaborazione per un fine comune, esaltare la valorizzazione del ruolo di tutti e del ruolo di ciascuno. Ci auguriamo di trovare dei futuri campioni, che forse sapranno cambiare il loro destino, ed essere un esempio per i loro coetanei che saranno invogliati ad allontanarsi dalla vita di strada.

Infine ha sottolineato: “questo è un primo impegno in un anno rotariano, quello 2017-18, che deve essere vissuto all’insegna del SERVICE, secondo le linee strategiche del Presidente Internazionale e del nostro Governatore John de Giorgio. Pertanto i rotariani vi aspettano per una serata all'insegna della buona musica e per contribuire con la vostra generosità al successo del progetto "Una Palestra per Mazara 2".

Francesco Mezzapelle

09-08-2017 9,30

{fshare}

In evidenza