Mazara, mutuo da 3 milioni di euro per impianto con 2 piscine. Alcuni conti però non tornano…

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
05 Dicembre 2019 17:50
Mazara, mutuo da 3 milioni di euro per impianto con 2 piscine. Alcuni conti però non tornano…

La Giunta comunale guidata dal sindaco Salvatore Quinci, riunita al gran completo il 29 novembre, ha approvato la delibera n.193 relativa al progetto definitivo per la realizzazione di una piscina comunale da ubicare all’interno del palazzetto dello sport di C/da Affacciata. Cosa prevede il progetto (previsto nell’ultimo Piano Triennale delle Opere Pubbliche approvato lo scorso 3 settembre)  redatto da due tecnici comunali, l’arch. Tatiana Perzia ed il geom. Salvatore Ferrara? La realizzazione all’interno del palazzetto dello Sport non solo di una grande piscina comunale (25x12,5 metri) con una profondità di 1,91 metri ma anche una piscina più stretta (25x2,5 metri) per acqua gym (profondità 1,10 metri); tutto l’impianto risulterebbe al coperto e dotato di spogliatoi, servizi e addirittura di una tribunetta da 186 posti.

L’importo per la realizzazione del progetto ammonta complessivamente a 3.320.000 euro, di cui 2.478.248,99 euro per i lavori (somma soggetta a ribasso d’asta) e 841.751,01 somme a disposizione dell’Amministrazione. La delibera porta le firme dell’assessore ai Lavori Pubblici Michele Reina (proponente), del Rup geom. Pietro Aurelio Giacalone, e del vicesindaco Vito Billardello. Con l’approvazione del progetto l’Amministrazione Quinci  partecipa –si legge nella delibera- all’avviso pubblico per l’ammissione a contributi destinati al totale abbattimento della quota interesse sui mutui per il finanziamento di progetti di impiantistica sportiva pubblica denominato “Sport Missione Comune”; in pratica si tratta di un vero e proprio mutuo, soldi che il Comune dovrà restituire nei prossimi anni seppur senza interessi vista la partecipazione al suddetto avviso.

Una decisione che certamente stride con la situazione finanziaria nella quale versa lo stesso Comune. Una situazione che lo stesso sindaco Quinci, nella sua presentazione del programma di manifestazioni natalizie e parlando della necessità di contenimento dei costi, ha definito “molto preoccupante  anche più del previsto” attribuendo grosse responsabilità alla precedente Amministrazione guidata dal sindaco Nicola Cristaldi il cui assessore alle Finanze, è bene ricordarlo, è stato, per circa 8 anni e fino a due mesi dalla fine del mandato, Vito Billardello, l’attuale assessore al Welfare e Sport.

Forse è davvero il caso di dire che alcuni conti non tornano. Chissà che sia stato un messaggio dello stesso primo cittadino a qualche esponente politico e componente della propria Giunta? D'altronde i cittadini sanno cosa avvenuto in questi ultimi mesi. Francesco Mezzapelle

In evidenza