Mazara, le domande per le borse lavoro scadono il 25 marzo

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
25 Febbraio 2014 15:34
Mazara, le domande per le borse lavoro scadono il 25 marzo

E' stato posticipato il termine ultimo per la presentazione delle domande per le Borse Lavoro.

Il termine iniziale del 6 marzo 2014 è stato posticipato al 25 marzo 2014.

 

La proroga è stata stabilità in quanto rispetto al precedente bando, che prevedeva una soglia ISEE al di sotto di 8000 euro per l'anno 2012, il nuovo bando non prevede soglie specifiche se non relative al minimo vitale riconosciuto per nucleo familiare ed un nuovo sistema di calcolo del punteggio per entrare in graduatoria.

Il nuovo schema è consultabile e scaricabile dal portale istituzionale del Comune nella sezione Bandi e Avvisi dell'Albo Pretorio OnLine all'indirizzo www.comune.mazaradelvallo.tp.it

Con il servizio di gestione triennale del progetto "Insieme con dignità" si avvia l'azione progettuale che offre a soggetti svantaggiati la possibilità di avviare percorsi di inclusione sociale, ottenendo un ristoro economico in cambio di servizi di pubblica utilità.

Sono previsti dall'azione progettuale 504.000 Euro di contributi economici sotto forma di borse lavoro in favore di 40 soggetti per ogni annualità, 120 nel triennio in tutto il Distretto. Per la Città di Mazara del Vallo i soggetti avviati al progetto saranno 22 per ogni annualità, 66 in totale.

I soggetti saranno impegnati in servizi di pubblica utilità nei comuni aderenti al distretto, espletando 3 ore di servizi per 5 giorni la settimana presso l'Ente Comune o presso imprese private che aderiscono all'azione progettuale. I soggetti riceveranno un contributo su base settimanale di € 80,76 che sarà erogato ad ogni soggetto ogni 4 o 5 settimane per il corso dell'annualità.

Dei 40 soggetti per ogni annualità, 10 soggetti per ogni anno saranno attinti dall'elenco dei soggetti con problemi di dipendenze patologiche , in trattamento terapeutico in fase di remissione, segnalati dal SERT (Servizio sanitario per il recupero delle tossicodipendenze), mentre 30 soggetti saranno ricompresi tra quelli in stato di povertà con situazione di multi problematicità familiare e saranno attinti da una graduatoria.

Il servizio sarà attuato nei comuni di Mazara, Salemi, Vita e Gibellina, gestito dalla cooperativa Il Nido con sede a Partinico aggiudicataria del pubblico incanto.

Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere presso gli Uffici di Solidarietà Sociale ubicati al Museo della Legalità in via Giotto.

(Comunicato stampa)

25/02/14  16,30

{fshare}

In evidenza