Mazara, Il Sindaco incontra una giovane scout che parteciperà al 24° JAMBOREE MONDIALE DELLO SCAUTISMO

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
16 Luglio 2019 16:51
Mazara, Il Sindaco incontra una giovane scout che parteciperà al 24° JAMBOREE MONDIALE DELLO SCAUTISMO

Stamattina il Sindaco di Mazara del Vallo, Salvatore Quinci ha avuto il piacere di incontrare la giovanissima mazarese, Francesca Barracco, del Gruppo Scout AGESCI Mazara del Vallo 4 che dal 22 Luglio al 4 Agosto parteciperà al 24° JAMBOREE MONDIALE DELLO SCAUTISMO, che si svolgerà negli Stati Uniti d’America presso la Bechtel National Scout Reserve, organizzato in maniera congiunta da USA, Canada e Messico.  

L’appuntamento del Jamboree, che si rinnova ogni 4 anni, e che coinvolge giovani fra gli 11 ed i 16 anni che si incontrano all’insegna dei valori sociali ed educativi dello scoutismo, quest’anno sarà un’occasione speciale ed irripetibile per circa 45.000 ragazzi e ragazze scout, non solo italiani, provenienti da tutto il mondo. Il motto del Jamboree 2019 è “Unlock a new world”, ovvero “Sblocca un mondo nuovo” ossia “aprirsi ad un mondo nuovo, a nuove avventure, a nuove culture e nuove amicizie”: è un invito degli scout di tutto il mondo ad aprirsi a nuove avventure, a nuove amicizie e a conoscere nuove culture: “Unlock new adventures, new cultures and new friendship”.

Guardare il mondo con “nuovi occhi” e, insieme, costruire un mondo nuovo. Il Jamboree americano si pone come obiettivo di offrire l’opportunità di mettere a confronto una generazione che possa cercare di trovare insieme quelle chiavi di lettura per affrontare le difficoltà che ancora oggi impediscono la collaborazione tra popoli. Francesca Barracco sta per vivere un'avventura unica nella sua vita, di quelle avventure che si ricordano letteralmente per tutta la vita. Il suo essere scout a Mazara del Vallo e in Italia le ha offerto l'opportunità di partecipare a un Jamboree, una fortuna che capita a pochi.

Nei mesi che hanno preceduto il Jamboree 2019 ha lavorato per imparare ad essere un testimone della propria realtà d'origine, raccontando al mondo cose significa essere uno scout italiano, qual è l'anima del nostro Paese e i nostri valori fondamentali. Porterà un messaggio impegnativo di accoglienza, bellezza e amore per la natura, ingredienti capaci davvero, al di là delle utopie, di liberare un mondo nuovo sbloccandolo dai meccanismi che lo tengono prigioniero: le divisioni, gli egoismi, le regole del profitto a tutti i costi che passano sopra a qualunque valore e qualunque dignità.  Come un vero Ambasciatore proverà a riportare a casa la visione che tutti gli altri contingenti, tutti gli altri scout e guide provenienti da ogni nazione del mondo proporranno come loro idea per generare un mondo nuovo.

Spenderà tutto il suo impegno per cogliere al massimo questa immensa ricchezza di idee e di valori, tornerà con uno zaino davvero esplosivo, pieno da scoppiare di incontri ed esperienze entusiasmanti, con tanta voglia di raccontare e un grande bisogno di sentirsi a sua volta accolto per dare un senso al suo ruolo di Ambasciatore. Il Sindaco Quinci ha augurato buona caccia a Francesca ricordandole di condividere al suo ritorno con la sua Comunità le esperienze che vivrà in occasione del grande evento mondiale.

Maurizio Foderà

In evidenza