Mazara, Il Mazara Calcio promuove l’iniziativa “CalciAMO TUTTI INSIEME” e incontra i bambini della scuola elementare “Santa Caterina”

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
14 Marzo 2015 14:04
Mazara, Il Mazara Calcio promuove l’iniziativa “CalciAMO TUTTI INSIEME” e incontra i bambini della scuola elementare “Santa Caterina”

La scuola deve essere lo strumento che avvicina le nuove generazioni allo sport e agli svaghi culturali e sociali che il nostro tempo permette.  Con questo spirito la società Mazara Calcio, per volontà del Pres. Francesco Bica, è tonata stamattina nella scuola elementare “Santa Caterina” per ringraziare i bambini dell'entusiasmo con cui hanno affrontato l'iniziativa “Bambini allo Stadio” che ha promosso e continuerà a promuovere la forte presenza dei più piccoli durante le partite casalinghe.

Questa volta a rappresentare il Mazara Calcio, oltre al Direttore Generale Gerolamo Di Giovanni e al Team Manager Roberto Caccioppo, c'era la squadra canarina con il tecnico Mister Nicola Terranova che hanno risposto a tutte le domande  poste dai bambini presenti , hanno giocato nella palestra della scuola con gli alunni prima di autografare i calendari che la società ha voluto donare alla scuola. La curiosità dei bambini li hanno portati a fare tante domande sia sull'aspetto tecnico della squadra sia sulla aspetto sociale del calcio.

Si sono lasciati incuriosire dalle sensazioni che si provano nel sbagliare un rigore o un gol a porta vuole, hanno chiesto come si svolgono gli allenamenti e come affrontano il delicato confronto con il compagno, prima di passare alle ambizioni del Mazara Calcio a cui il Mister ha subito risposto :” le sfide vanno affrontate con tenacia e senza mai disperare ed è per questo che il Mazara si classificherà al secondo posto per poi affrontare i play-off che permetterebbero il salto di categoria”.

Tante le domande sul perché di tanta violenza dentro e fuori gli stadi ha cui ha risposto il D.G Di Giovanni: “ Uno dei principali motivi per cui oggi siamo qua è proprio per dirvi che la violenza non fa parte del calcio e per farvi capire che lo sport permette di fare amicizie nuove, di sfidare se stessi e le proprie capacità, sempre nel rispetto dell'avversario.” A fine incontro la delegazione canarina ha invitato i bambini a tornare allo stadio in vista della partita di Domenica con il Mussomeli, premiando i primi 25 bambini che arriveranno, ad accompagnare le due formazioni e gli arbitri in campo grazie all'iniziativa “CalciAmo tutti insieme” fortemente voluta dal Pres.

Bica e che si pone lo scopo di usare il Calcio come strumento di sensibilizzazione contro la violenza negli stadi. Comunicato stampa 14 marzo 2015 {fshare}

In evidenza