Mazara, dopo nostra segnalazione sequestro di pesce abusivo in piazzetta dello Scalo. Servono interventi quotidiani per sradicare la pratica illegale…

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
16 Novembre 2020 18:10
Mazara, dopo nostra segnalazione sequestro di pesce abusivo in piazzetta dello Scalo. Servono interventi quotidiani per sradicare la pratica illegale…

Questa mattina in un nostro articolo in merito ad assembramenti e mancata utilizzazione della mascherina in quella fascia d’orario, dalle ore 17 alle 22, nella quale secondo la recente ordinanza sindacale n.112 (vigente fino al 3 dicembre) è vietato lo stazionamento e di passeggio per le persone  nelle principali vie, piazze e ville del centro storico e nella zona circostante a piazzale Maria Montessori, avevamo segnalato il punto “nevralgico” di piazzetta dello Scalo Abbiamo sottolineato come la mancata adesione alle misure anticovid in quell’area della vecchia “marina” si intrecciava con una problematica che in questi anni abbiamo tante volte sollevato e che purtroppo, nonostante sporadici interventi delle autorità competenti, continua a ripresentarsi, cioè la vendita abusiva di prodotti ittici (ma non solo, vedi anche frutta e ortaggi) proprio in piazzetta dello scalo, in barba alle normativa sulla sicurezza relative alla sicurezza alimentare.

Grazie alla segnalazione di un cittadino domenica mattina, mentre nel vicino porto nuovo avveniva lo screening gratuito con l’effettuazione di migliaia di tamponi, in piazzetta dello Scalo si perpetrava la consueta pratica illegale oltretutto senza distanziamento sociale e l’utilizzo della mascherina. Guarda caso questo pomeriggio abbiamo ricevuto una nota del Comune di Mazara del Vallo in merito a controlli antiabusivismo commerciale nella stessa piazzetta dello Scalo. Personale della Polizia Municipale, nel corso di un servizio di controllo nella piazzetta dello Scalo –si legge nella nota- ha sequestrato un totale di 40 chili di prodotto ittico (vedi foto copertina) , contenuto in alcune cassette di polistirolo.

Alla vista degli agenti, il presunto venditore ambulante abusivo si è dato alla fuga. A seguito della mancata tracciabilità e della potenziale pericolosità per la salute pubblica del prodotto, ne è stata ordinata la distruzione”. Bene, siamo soddisfatti del fatto che la nostra attività giornalistica costituisca uno stimolo per l’Amministrazione comunale. Nel caso di piazzetta dello scalo ci aspettiamo pertanto che questi controlli, approfittando delle misure anticovid, possano diventare giornaliere affinchè questa incivile pratica del commercio abusivo di pesce, spesso congelato e scongelato più volte nella stessa giornata, possa cessare definitivamente.

Speriamo davvero. Francesco Mezzapelle

In evidenza