“Mazara Casbah”, si moltiplicano le squadre della città

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
31 Marzo 2014 12:24
“Mazara Casbah”, si moltiplicano le squadre della città

"Dopo la bella esperienza dello scorso anno con la formazione di calcio a 5 formata dai bambini immigrati e figli di immigrati che tanto bene hanno fatto nel campionato di categoria,

nel 2014 le formazioni di Mazara Casbah si moltiplicano con la nascita di tre squadre di calcio a 5 e ben 4 di pallavolo. Un'esperienza unica per i giovanissimi che tramite lo sport portano in giro per la Sicilia, non solo il nome dalla nostra Città ma anche e soprattutto quei valori multiculturali e multietnici che fanno di Mazara del Vallo una città unica nel suo genere".

Lo dichiara il Sindaco di Mazara del Vallo on.le Nicola Cristaldi, plaudendo agli ottimi risultati ottenuti dalle compagini mazaresi di Mazara Casbah, formate da giovani immigrati o figli di immigrati.

"Ringrazio – continua il Sindaco Cristaldi - tutti coloro i quali si sono attivati per rendere possibile la nascita di queste squadre, dall'Assessore allo Sport Pietro Ingargiola, all'Assessore alle Politiche Sociali Vito Billardello, all'associazione Caos Clan e alla Casa della Comunità Speranza di Suor Paola. I successi in termini sportivi sono infinitesimali rispetto alla valenza simbolica che queste due squadre hanno".

I ragazzi della Casa della Comunità Speranza di Suor Paola, hanno iniziato la tanto attesa stagione sportiva delle Polisportive Giovanili Salesiane. I ragazzi italo tunisini e slavi, grazie al sostegno dell'Amministrazione Comunale anche quest'anno hanno la possibilità di coltivare la loro passione sportiva.

Passione che si espande dando vita a tre squadre di calcio a 5 e ben quattro di pallavolo.

Infatti le ragazze under 16 ad aprile, verranno coinvolte in un torneo promozionale di pallavolo misto, come già avvenuto lo scorso anno, dando loro la possibilità di vivere delle ore di sport e integrazione grazie ai tecnici del Caos Clan e della Pallavolo Mazara '95.

L'esperienza dello scorso hanno ha dato dei benefici come lo stimolo nell'impegno scolastico, il rispetto dei luoghi "pubblici" in cui si vive e la collaborazione con etnie diametralmente opposte.

(Comunicato stampa)

31/03/14  14,25

{fshare}

In evidenza