Mazara, Arresto in flagranza per rapina e lesioni personali.

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
24 Marzo 2015 10:07
Mazara, Arresto in flagranza per rapina e lesioni personali.

Alle ore 19,00 di ieri, 23 marzo 2015, personale delle Sezioni Volanti ed Investigativa del Commissariato è intervenuto in questa via Rosolino Pilo per una segnalazione relativa alla commissione di una rapina, avvenuta pochi minuti prima ai danni di B. C., casalinga mazarese di 60 anni.

Dalla ricostruzione dei fatti è emerso che la donna, mentre si stava accingendo a salire a bordo della propria autovettura, precedentemente parcata in questa via Rosolino Pilo, è stata repentinamente assalita da BEN THAMEUR Emir, di 20 anni, ed HEDHILI Haithem, di 21 anni, cittadini tunisini, entrambi residenti a Mazara del Vallo, che, dopo averla immobilizzata premendole, tra l’altro, una mano sul viso, le hanno violentemente sfilato di dosso due anelli ed un collana d’oro.

Nell’occorso la vittima ha riportato delle lesioni personali per una prognosi di 4 giorni.Subito sono state avviate approfondite indagini, anche con l’ausilio del personale della locale Sezione di Polizia Scientifica, arricchite dalla consultazione dei sistemi di videosorveglianza installati nella zona.L’analisi dei relativi filmati ha permesso di documentare le modalità di commissione del reato di cui, peraltro, le fasi salienti sono durate svariati minuti, i cui autori hanno dimostrato particolare determinazione e ferocia nel non farsi alcuno scrupolo nell’usare violenza su un’anziana donna per impossessarsi dei preziosi che indossava.Ciò ha permesso di giungere in breve tempo a certa identificazione degli autori del grave reato che, una volta rintracciati, sono stati prontamente sottoposti a perquisizione personale e locale e, conseguentemente al solido quadro accusatorio acquisito, tratti in arresto nella quasi – flagranza dei reati, in concorso, di rapina e lesioni personali.

I due, peraltro, annoverano svariati precedenti di polizia per reati della stessa natura di quello commesso in data odierna.Completata la redazione degli atti di polizia giudiziaria, i due soggetti sono stati posti agli arresti domiciliari, in attesa della convalida dell’arresto e del giudizio direttissimo.Già nel pomeriggio il personale del Commissariato, unitamente a quello del Reparto Prevenzione Crimine di Palermo ed alla Sezione di Polizia Stradale di Trapani, aveva dato luogo ad un’ampia operazione di controllo del territorio, con la predisposizione di svariati posti di controllo nei punti nevralgici del centro storico.Tale attività ha portato al controllo su strada di 75 persone ed oltre 50 veicoli, con la contestazione di 15 illeciti amministrativi per violazioni al codice della strada, molti dei quali per assenza di copertura assicurativa e conseguente sequestro amministrativo, nonché alla denuncia di quattro soggetti.In particolare, D.P.M., mazarese di 29 anni, è stato denunciato per detenzione illegale di arma comune da sparo, M.M.D., di 20 anni, anch’egli di Mazara del Vallo, è stato deferito per possesso ingiustificato di oggetto atto ad offendere, G.B., di 31 anni, e K.M.A., di 40 anni, entrambi tunisini, sono stati denunciati per reati disciplinati dal Testo Unico sull’Immigrazione.

(Comunicato Stampa)

24/03/2015

{fshare}

In evidenza