Mazara, altalena per disabili al parco giochi di San Vito. Perché non un piccolo parco giochi in ogni quartiere della Città?

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
14 Aprile 2015 15:06
Mazara, altalena per disabili al parco giochi di San Vito. Perché non un piccolo parco giochi in ogni quartiere della Città?

Il parco giochi del lungomare San Vito si arricchisce dell'altalena per disabili. Da stamattina operai della ditta Michele Tumbiolo, che gratuitamente sta effettuato i lavori, stanno provvedendo all’istallazione di un altalena per disabili donata al Comune dalla UILDM che l’ha acquistata con una raccolta fondi.

Il parco giochi situato nel Lungomare San Vito e che grande entusiasmo ha generato nei più piccoli, si dota di un altalena per disabili per poter consentire ai bambini meno fortunati la possibilità di passare qualche ora allegra ed in compagnia dei loro coetanei. Speriamo che l’altalena ed i giochi già presenti non siano preda di ignoti vandali che già in un recente passato sono stati protagonisti di ignobili atti a danno delle strutture per i più piccoli.

“Queste iniziative vanno accompagnate senza se e senza ma –ha detto Michele Tumbiolo, a dx nella foto n.1- Abbiamo deciso di fornire la nostra competenza ed il nostro tempo ad una causa importante. Un azienda deve anche svolgere attività per il sociale”.

Il sindaco Nicola Cristaldi ha dichiarato: “La collocazione del gioco è stata possibile grazie al contributo versato da cittadini altruisti che hanno donato piccole somme alla associazione di volontariato UILDM promotrice della raccolta e grazie anche all’intervento del Comune che ha prestato ogni collaborazione e supporto per il montaggio del piccolo impianto. Un bell’esempio –ha concluso Cristaldi – di collaborazione tra Ente Pubblico, Associazioni di Volontariato e Imprese private”.

Nella nota diramata dal Comune questa mattina si legge inoltre: “oltre all’altalena per disabili, che entro i prossimi giorni sarà pienamente funzionante, l’Amministrazione ha deciso di implementare il numero di giochi già presenti con l’istallazione di altri giochi per bambini recuperati e che sono in fase di riparazione”.

La nostra redazione plaude ai cittadini donatori dell'altalena e del lavoro per la sua istallazione ed ovviamente all’amministrazione Cristaldi. Vogliamo immaginare però che belle iniziative del genere possano ripersi anche per il parco giochi di via Potenza che si trova in stato di abbandono e di degrado. Nel settembre 2013 l’Amministrazione Cristaldi aveva nuovamente riaperto al pubblico il parco giochi di via Potenza chiuso da diversi mesi per danneggiamenti subiti da vandali.

Il sindaco a seguito di un sopralluogo nello stesso parco giochi il 12 gennaio scorso dichiarò: “abbiamo deciso anni fa di ripristinare il parco giochi di via Potenza investendo anche ingenti somme per tenerlo in piedi ma purtroppo il vandalismo volta per volta distrugge ciò che costruiamo. E’ impossibile continuare in questo modo. Abbiamo quindi deciso di intervenire riconvertendo questo parco giochi. Gli attrezzi di questo parco giochi –spiegò allora il Sindaco – saranno smontati e sistemati.

Il parco giochi di via Potenza sarà pulito e rimarrà un’area per lo svago dei più piccoli ma sarà un’altra cosa. Toglieremo gli attrezzi, che vengono costantemente rotti, ed al loro posto ci saranno dei campetti di calcio. Una volta sistemati gli attrezzi, alcuni di essi andranno a potenziare il parco giochi del lungomare mentre altri –concluse Cristaldi- saranno collocati nel nuovo parco giochi che sorgerà nell’area retrostante lo stadio comunale al posto del vecchio e degradato mercato frutta che abbiamo finalmente chiuso”.

Purtroppo però i vandali sono sempre in agguato ma è pur vero che il parco di via Potenza non riceve, ciò è evidente, la giusta attenzione (vedi foto n.2) e rischia nuovamente di essere chiuso e magari riaperto dopo qualche mese, sarebbe l’ennesima inaugurazione (magari nuovamente sotto una campagna elettorale) dal 2006 anno della sua realizzazione.

Perché il Comune deve abbandonare l’idea di un parco giochi attrezzato in via Potenza togliendo la possibilità ai bambini più piccoli residenti nella zona di potere avere un parco giochi adeguato? Con questa nuova decisione l’Amministrazione in pratica si arrende alla possibilità di creare un parco giochi attrezzato per ogni quartiere? Pensiamo che sulla questione dovrebbe intervenire il consigliere Francesco Foggia che seppur all’opposizione riceve sempre attenzione, e disponibilità di mezzi tecnici e risorse umane, per lavori di manutenzione dello stesso quartiere di via Potenza, Mazara Due e Costiera, quartieri dove ha raccolto centinaia di consensi.

Serve uno sforzo in più per il parco giochi di via Potenza garantendo la custodia fissa, magari coinvolgendo pensionati e volontari, e lo stesso discorso vale per il parco giochi di via Miragliano anch'esso abbandonato a se stesso (vedi foto n.3). Bisogna dare vita o no ad una “città a misura di bambino”…

Francesco Mezzapelle

14-04-2015 17,00

{fshare} 

In evidenza