La calda estate della Mazarese e del Mazara Calcio. Le novità

I giallorossi ingaggiano il tecnico Ignazio Chianetta. Un gruppo palermitano interessato alla squadra gialloblù

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
22 Giugno 2022 16:33
La calda estate della Mazarese e del Mazara Calcio. Le novità

E’ un’estate calda da tutti i punti di vista per gli sportivi mazaresi, ed in particolare per gli appassionati di calcio che hanno seguito quest’anno il Mazara Calcio e anche la sorpresa Mazarese in Eccellenza. A fine Campionato si parlava di una possibile fusione fra le due squadre, ipotesi tramontata sul nascere: non sarebbe stato trovato nessun accordo fra i presidenti Davide Titone e Giampiero Giacalone

Invece la società giallorossa in questi giorni, attraverso il suo patron Giampiero Giacalone, ha lavorato moltissimo per affidare la guida tecnica ad un allenatore capace di poter far il salto di categoria.

Così attraverso la stessa pagina facebook della SC Mazarese si apprende che il nuovo tecnico per la stagione 2022-2023 sarà il marsalese Ignazio Chianetta, 38 anni proprio oggi. Nonostante la giovane età Chianetta (in foto di copertina) ha un lungo curriculum come allenatore, qualche anno fa portò il Dattilo in serie D e lo ha allenato anche in questa categoria. “Ho accettato l’incarico con grande entusiasmo – ha dichiarato Chianetta – speriamo di raggiungere miglioramenti in classifica rispetto allo scorso campionato.

Per fare ciò occorrono giocatori di qualità che la società intende mettermi a disposizione”. Chianetta gioca con un modulo, il 4-3-3, che piace tanto al presidente Giacalone intenzionato a regalare al nuovo tecnico dei giocatori che possano al meglio interpretare il suo calcio e tentare di migliorare il quinti posto in classifica l’anno scorso, all’esordio in Eccellenza. Giampiero Giacalone non nasconde le proprie ambizioni di costruire una squadra competitiva per fare il salto di categoria: “La prossima stagione non vogliamo soltanto ben figurare ma vincere il torneo.

Mister Chianetta – sottolinea sempre Giacalone – è l’allenatore giusto per ambire alla promozione. La squadra sarà rinforzata con giocatori di ottimo livello. Ci sarà da fare uno sforzo finanziario notevole ma intendo portare questa società in serie D, se non dovessi riuscirci mi ritirerò in buon ordine”.

Altro vento, anch’esso caldo, forse anche più considerata l’intrigata situazione societaria, quello che spira sul Mazara Calcio. I tifosi gialloblù cominciano a chiedersi quale sia il futuro del Mazara Calcio e quali siano le prospettive per il prossimo campionato considerato che quello appena disputato ha visto i canarini piazzarsi al nono posto in classifica con 44 punti, insomma appena prima della zona playout. Cresce la paura da parte dei tifosi gialloblù, soprattutto quelli storici che hanno vissuto le migliori stagioni dei canarini in Interregionale e in Serie D, che la nuova società possa addirittura cessare la propria attività vendendo il titolo a qualche altra società di una Città viciniora (Marsala).

In poco meno di nove mesi molte cose sono cambiate, un mese fa abbiamo dato la notizia che i due “deus ex machina” dell’Asd Mazara Fc 2021-2022, il direttore generale Saverio Provenzano e del direttore sportivo Gigi Prestigiacomo, hanno lasciato la compagine dirigenziale.

“Smentisco le voci della vendita del titolo sportivo del Mazara calcio ad un gruppo di marsalesi o di altri gruppi di città limitrofe”. Dichiara Davide Titone al quale sono pervenute voci di un interessamento di soggetti pronti ad acquistare il titolo della categoria Eccellenza del Mazara. Le voci, specialmente in quest’ultimo periodo, si erano diffuse allorchè Titone, in una sua dichiarazione aveva detto: “Stiamo lavorando per la società e per l’iscrizione al campionato.

Se non ci dovessi riuscire potrei mettere in vendita la società”. Titone però ribadisce: “Per ora l’allenatore del Mazara rimane confermato Emanuele Domenicali che ha lavorato bene nella scorsa stagione da quando gli è stata affidata la squadra dopo l’esonero di Dino Marino”. Lo stesso presidente canarino ha nuovamente rassicurato i tifosi circa la possibilità di allestire una rosa competitiva.Da ultime voci vi sarebbe una nuova cordata di Palermo interessata a rilevare la società canarina il cui nuovo progetto è coordinato da Gabriele La Manna, esperto procuratore di calcio a livello nazionale che già nella passata stagione ha consentito a qualche giocatore della sua scuderia di vestire la maglia gialloblù.

Francesco Mezzapelle 

In evidenza