Il mercato dell’auto del futuro sarà green ed online

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
22 Ottobre 2020 09:47
Il mercato dell’auto del futuro sarà green ed online

Il 2020 passerà alla storia come l’anno della pandemia di Covid-19 le cui conseguenze hanno cambiato drammaticamente il mercato dell’auto, accentuando certi processi già in atto da tempo, come lo spostamento degli acquisti verso le piattaforme online e la svolta green dei costruttori. Un chiaro segno dei tempi che cambiano è il recente Automotive Dealer Day, evento di riferimento del mercato italiano dell’auto che, a causa della pandemia ancora in atto che ha provocato un grande terremoto per tutto il settore, quest’anno si è svolto in versione digitale il 16 e 17 settembre.

L’online non è il nuovo orizzonte solo delle riunioni di lavoro e dei convegni ma anche degli acquisti. Per il settore auto, l’e-commerce è una novità che era in procinto di sbocciare da qualche anno, ma la pandemia ha accelerato i tempi e oggi il 40% degli italiani si dice disponibile ad acquistare la propria auto online, secondo uno studio promosso da Quintegia e presentato proprio durante l’Automotive Dealer Day. I motivi che spingono sempre più automobilisti a prendere in considerazione questa opzione sono diversi, in parte hanno a che fare con le nuove regole di vita, in parte con le offerte vantaggiose che si possono trovare online, ma in generale dimostrano una grande fiducia dei clienti nei confronti degli operatori dell’e-commerce dell’auto, come il concessionario online autoo.it specializzato nella compravendita di auto usate dei migliori marchi tedeschi.

Ecco dunque che la metà degli intervistati apprezza la facilità dell’acquisto dalla comodità del divano di casa (51%), mentre poco più di un quarto considera che le motivazioni principali siano appunto la trasparenza dell’offerta proposta dagli operatori online (29%) ed il risparmio economico (28%). Per rispondere a questo nuovo orientamento dei gusti e delle esigenze dei consumatori, anche molti concessionari tradizionali si stanno spostando online, offrendo servizi di assistenza personalizzata e la possibilità della consegna del veicolo a domicilio.

L’altra grande svolta in atto già da tempo e favorita dai recenti incentivi governativi è quella green. Le vetture ibride, elettriche e plug-in sono state le uniche a tenere botta anche nel periodo più nero del lockdown ed ora stanno facendo registrare numeri record con una crescita delle vendite che supera il 200% anche nel mese di settembre (rispetto al 2019). Secondo i dati UNRAE, a settembre le nuove immatricolazioni di vetture ibride sono state 32.349, il che rappresenta ben il 20,6% del mercato, un numero record mai fatto registrare prima, mentre da inizio anno la quota di mercato complessiva si attesta sul 13%, oltre il doppio rispetto all’anno scorso quando le ibride rappresentavano appena il 5,3% del mercato.

Il gruppo Volkswagen ha appena presentato il suo primo SUV elettrico, l’ID.4 che arriverà sul mercato italiano nel 2021 ed è già prenotabile online. Gli altri costruttori non stanno a guardare, a partire da Audi che dovrebbe mettere in commercio il suo SUV elettrico Audi Q4 già entro fine anno. Il futuro del mercato dell’auto sarà dunque sempre più verde e sempre più SUV e gli automobilisti potranno scoprirlo nei grandi eventi in programma per il 2021, che si spera sarà l’anno del rilancio di tutto il settore.

Dopo lo stop di quest’anno il Salone dell’Auto di Ginevra probabilmente tornerà nel 2021 con un nuovo formato, anche se le date non sono ancora state confermate, mentre si sa già che il Salone dell'Auto di Detroit si terrà tra fine settembre ed inizio ottobre.  

In evidenza
Ti potrebbe interessare