Grande paura per un anziano ferito da uno skateboard in piazza della Repubblica

Il 74enne ha perso molto sangue. Appello dei familiari per controlli su uso skate e monopattini in aree pedonali

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
17 Agosto 2021 17:16
Grande paura per un anziano ferito da uno skateboard in piazza della Repubblica

Se l’è vista davvero brutta ieri pomeriggio un anziano mazarese rimasto ferito da uno skate nella centralissima piazza della Repubblica di Mazara del Vallo. Erano circa le ore 19, il 74enne era seduto davanti al porticato del seminario vescovile, per godere, insieme agli altri soci del “Circolo Cacciatori” della frescura. In quel tratto di piazza (vedi foto di copertina), come del resto avviene ormai da qualche anno, un gruppo di ragazzini giocano con i loro skateboard/longboard provando salti e altri numeri...

Ad un certo punto uno di loro ha perso il controllo dello skateboard che ad alta velocità si è diretto nella direzione degli anziani del Circolo colpendo ad un piede il suddetto 74enne. L’impatto con lo skate gli ha provocato una ferita e l’uomo, grave cardiopatico, ha cominciato a perdere tantissimo sangue. Immediatamente sono stati chiamati i soccorsi e sul posto è pervenuta una autoambulanza del 118 che ha trasportato la persona ferita presso il pronto soccorso dell’ospedale “A. Ajello” dove i medici sono riusciti ad arrestare l’emorragia (non è stato facile visto che l’anziano prende la cardioaspirina che fluidifica il sangue). Dopo aver passato una brutta serata al pronto soccorso, l’uomo se l’è cavata con 4 punti di sutura.

Amareggiati i familiari, ed in particolare le figlie dell’anziano ferito le quali hanno dichiarato: “considerate le sue diverse patologie qualsiasi incidente a nostro padre può rivelarsi molto grave. Ha perso tantissimo sangue. Ha rischiato di rompersi un piede, cadere dalla sedia e battere la testa; lo skate avrebbe potuto colpire un bambino o qualcun altro. Non abbiamo niente contro il ragazzo che certamente non voleva farlo apposta, quello che ci dispiace e che lo stesso dopo un primo pianto visto quanto accaduto si è poi dileguato prima che arrivassero i soccorsi; ci saremmo aspettati di esser contattati dai suoi genitori, magari per scusarsi e per chiedere informazioni su nostro padre.

Quello degli skateboard in piazza della Repubblica, così come lo sfrecciare di monopattini nell’isola pedonale da Corso Umberto I alla stessa piazza della Repubblica è un problema che abbiamo già segnalato”. Infine le stesse hanno sottolineato: “nessun rappresentante istituzionale si è mai accorto della situazione? Chi autorizza tutti questi mezzi a circolare nelle zone pedonali senza nessuna regola, non curandosi dei gravi danni che potrebbero arrecare a chi passeggia, o addirittura sta seduto, come nel caso di nostro padre?”.

In merito ai veloci monopattini già dal prossimo autunno potrebbe arrivare dal Governo nazionale una stretta sul loro utilizzo senza autorizzazione, in attesa ci aspettiamo che le autorità locali vigilino su alcuni comportamenti pericolosi, soprattutto in aree pedonali. Per quanto riguarda i giovani skaters siamo in attesa che l’Amministrazione Quinci –così come più volte annunciato- possa dare seguito concreto al progetto tecnico esecutivo (grazie ai fondi ottenuti dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri per la realizzazione di infrastrutture sociali) per la realizzazione, nel tratto di lungomare San Vito compreso tra il distributore di carburanti ed il porticciolo San Vito, di uno skate park di circa 430 metri quadri.

Francesco Mezzapelle 

In evidenza