Acqua svasata dalla diga Trinità al fiume Delia, agricoltori mazaresi in stato di agitazione

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
02 Gennaio 2014 15:19
Acqua svasata dalla diga Trinità al fiume Delia, agricoltori mazaresi in stato di agitazione

Gli agricoltori e riuniti in data 31/12/2013 in assemblea, insieme alla nuova dirigenza del Consorzio di Bonifica 1 Trapani, presso i locali del Consorzio di Mazara del Vallo esprimono grande preoccupazione e

sconcerto per le sorti della propria attività economica, già in grave crisi in conseguenza della decisione posta in essere dall'Assessorato Regionale all'Energia - dipartimento acque, di svasare le acque della diga Trinità sul fiume Delia.

Secondo le notizie apprese sembrerebbe che la nuova limitazione d'invaso, disposta dall' Ufficio di Palermo delegato alla vigilanza dighe del Ministero delle infrastrutture, sia di quota 62,00 m.s.l.m. a cui corrisponderebbero al netto dell'interrimento circa 2, 5 milioni di m³ di acqua. Questo quantitativo risulterebbe essere assolutamente insufficiente per soddisfare la prossima stagione irrigua stante che negli ultimi tre esercizi irrigui sono stati erogati nelle condotte adduttrici e distributrici, da parte del gestore degli impianti di distribuzione Consorzio di Bonifica 1 Trapani, oltre 5 milioni di m³ per ogni stagione irrigua. Ciò secondo gli agricoltori pregiudicherebbe la prossima stagione irrigua con danni notevoli al reddito degli agricoltori, oltre a comportare danni strutturali alle colture.

Unitamente agli agricoltori l'amministrazione del Consorzio di Bonifica 1 Trapani che gestisce le condotte adduttrici e distributrici sottese al Bacino Trinità esprime solidarietà agli agricoltori e viva preoccupazione perché la decisione di alleggerimento dell'invaso Trinità, comporterebbe danni economici al Consorzio di Bonifica in ragione della diminuzione delle superfici irrigate e dei volumi d'acqua concessi all'utenza.

In relazione a ciò Il Direttore Generale del Consorzio Ing. Fabio Sardo di concerto con il Commissario Straordinario dei Consorzi di Bonifica Siciliani dott. Giuseppe Dimino ha predisposto un programma che prevede:

1) la convocazione presso la sede di Mazara del Vallo del Consorzio di Bonifica 1 Trapani per il giorno 03/01/2013 dei rappresentanti provinciali delle organizzazioni professionali degli agricoltori.

2) la convocazione di una riunione per il giorno 07/01/2013 operativa presso l'Assessorato per le Risorse Agricole e Alimentari con tutti gli organismi e le istituzioni interessate a riguardo al fine di risolvere prontamente e nel più breve tempo possibile il problema anzidetto.

Gli agricoltori presenti e la C.I.A. di Mazara del Vallo, pur esprimendo soddisfazione per la evidente e attiva collaborazione della nuova dirigenza del Consorzio, dichiarano lo stato di agitazione sino a quando non cesseranno le manovre idrauliche di svasamento e si dichiarano prontamente disponibili ad iniziative eclatanti non esclusa l'occupazione della diga Trinità.

Il coordinamento della C.I.A. di Mazara del Vallo

02-01-2014 16,00

{fshare}'

In evidenza