Crocifisso del cimitero, l’Amministrazione non interviene ed un cittadino pronto a pagare restauro e ricollocazione

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
04 Giugno 2018 10:17
Crocifisso del cimitero, l’Amministrazione non interviene ed un cittadino pronto a pagare restauro e ricollocazione

Un privato cittadino si è offerto, attraverso domanda, già protocollata al Comune, di voler sostenere a proprie spese il ripristino del grande crocifisso in legno collocato per decenni davanti ad una delle entrate del cimitero comunale. Probabilmente lo stesso cittadino avrà appreso delle condizioni dello stesso crocifisso attraverso un nostro servizio video pubblicato lo scorso 6 maggio (vedi link https://www.primapaginamazara.it/video-mazara-il-mistero-della-statua-del-cristo-del-cimitero-comunale/ ) attraverso il quale avevamo informato la cittadinanza delle condizioni del crocifisso che era caduto circa un mese prima, domenica 8 aprile, a causa del forte vento di scirocco.

Con grande sorpresa avevamo scoperto che il crocifisso era stato sistemato da operai del Comune in un angolo del cimitero adiacente alla camera mortuaria e a qualche decina di metri dai bagni pubblici. Era stato lasciato per terra a cielo aperto ricoperto parzialmente da un telone, pure ricoperto d’acqua a causa delle piogge; in pratica il crocifisso con la statua del Cristo era stato lasciato alla mercè delle intemperie senza che se ne sapesse niente e in attesa di un eventuale lavoro di manutenzione per rimetterlo al suo posto (vedi foto collage di copertina del relativa al nostro servizio video).

Bisogna sottolineare che il crocifisso era si caduto si per il forte scirocco ma a ben guardare la sua base risultava abbastanza logorato e pertanto necessitava da tempo di un intervento di manutenzione. Insomma la sua caduta era del tutto prevedibile considerato che la sua prima collocazione era avvenuta nel 1985. Dopo il nostro servizio video avevamo auspicato un intervento da parte dell’Amministrazione comunale per risistemare, dopo un lavoro di restauro, il crocifisso on la statua del Cristo al suo posto.

Invece nessun intervento era stato annunciato dal Comune. Invece a prendere l’iniziativa è stato un privato cittadino (che ci ha chiesto di voler rimanere anonimo) che ha presentato una richiesta (vedi foto n.2), protocollata l’1 giugno, al sindaco Nicola Cristaldi e al responsabile dei servizi cimiteriali chiedendo, dopo aver appreso la situazione del crocifisso attraverso organi di stampa e sottolineando il valore religioso ma non solo dell’opera, di voler ottemperare a tutte le spese  (“visto che l’amministrazione comunale a distanza di mesi non ha provveduto a tutto ciò”) affinchè lo stesso crocifisso venga restaurato, ripristinato e riposizionato sopra il piedistallo all’ingresso del cimitero e quindi –si legge ancora nella sua richiesta.

“restituito alla cittadinanza mazarese”. Speriamo che la richiesta del cittadino venga accettata o che almeno la stessa Amministrazione Cristaldi, con una prova d’orgoglio, possa celermente provvedere ai lavori per riportare al suo posto e in condizioni migliori la statua del crocifisso del cimitero comunale. Altre perdite di tempo non sarebbero accettabili… Francesco Mezzapelle

In evidenza