“Club Blue Artisanal”: al Distretto della Pesca conclusa la sessione di formazione per i pescatori

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
27 Aprile 2015 12:48
“Club Blue Artisanal”: al Distretto della Pesca conclusa la sessione di formazione per i pescatori

Conclusa la sessione di formazione rivolta ai pescatori di Mazara del Vallo nell’ambito del progetto “Club Bleu Artisanal”, tenutasi nei giorni 13-14-15 aprile, nei locali del Distretto Produttivo della Pesca, partner di questo innovativo progetto di rilancio della pesca costiera, realizzato nell’ambito del Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Tunisia che vede coinvolta la Camera di Commercio di Trapani, in qualità di capofila.

Tra i partner l'Istituto Superiore della Pesca e dell'Acquacoltura di Biserta, la Direzione Generale della Pesca e dell’Acquacoltura, la Federazione Regionale degli albergatori di Tunisi, Cartagine e Biserta.Durante le giornate di formazione, il gruppo dei pescatori artigianali di Mazara del Vallo, che hanno aderito al Club Bleu Artisanal, ha potuto assistere alla parte propedeutica del progetto, affrontando argomenti quali: il regolamento di adesione, la tracciabilità e la conservazione del pesce, l’utilizzo del marchio Club Bleu Artisanal; i servizi dell’Antenna, il logbook, la commercializzazione del pescato e le azioni di marketing del Club Bleu, il listino e la vendita diretta.

Il progetto, fortemente vocato ad una dimensione di tipo turistico-gastronomico, garantirà l’approvvigionamento di pesce fresco a una selezione di ristoratori con certificazione di origine e qualità.

“Il progetto Club Bleu Artisanal – ha sottolineato il Presidente del Distretto Produttivo della Pesca, Giovanni Tumbiolo – è un esempio tangibile di cooperazione trasfrontaliera nel campo della pesca artigianale, quella esercitata a poche miglia della costa. Con il progetto Club Bleu i pescatori tunisini e italiani, potranno, sotto un unico marchio, accorciare la filiera del pesce garantendo ai ristoratori prodotti freschi e di qualità certificata. Il progetto è in linea con i principi della blue economy, un modello di sviluppo imprescindibile dal dialogo fra Paesi che condividono le stesse risorse”.

All’incontro conclusivo hanno preso parte il presidente dell'ente camerale Comm. Giuseppe Pace, l’On. Antonello Cracolici e il Dott. Antonio Piceno del Dip. della Programmazione, Serv.Coop.Territ. Europea della Regione Sicilia.

(Comunicato Stampa)

27/04/2015

{fshare}

In evidenza