Caso Denise, i legali di Jessica Pulizzi e Anna Corona scrivono a "Quarto Grado"

Nota dei legali Sbacchi e Torre a “Quarto Grado” che ha parlato dei punti oscuri sulla scomparsa della piccola Denise

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
30 Aprile 2021 22:52
Caso Denise, i legali di Jessica Pulizzi e Anna Corona scrivono a

Il caso della piccola Denise Pipitone ed i punti oscuri sul suo sequestro avvenuto 17 anni fa, il primo settembre 2004 nella sua casa di via Domenico La Bruna, è stato affrontato nuovamente questa sera a "Quarto Grado" in onda su Rete4. Nel corso della trasmissione sono state risentite alcune dichiarazioni fatte in aula durante il processo dalla sorellastra Jessica Pulizzi e da sua madre Anna Corona. Nella stessa trasmissione è stato letto un comunicato dei loro legali Gioacchino Sbacchi e Fabrizio Torre. Ecco il testo del loro comunicato:

"La celebrazione di un lungo processo a carico di Jessica Pulizzi concluso dopo tre gradi di giudizio con sentenza irrevocabile di assoluzione e l'archiviazione del procedimento penale a carico della signora Corona Anna evidentemente non sono servite ad arrestare in alcune trasmissioni televisive l'odiosa campagna mediatica irrispettosa dei fatti e della verità.

È un fatto gravissimo e inaccettabile che nel caso che si occupa vengono vistosamente calpestati mediante accuse calunniose i più elementari diritti della persona e i fondamentali principi costituzionali a garanzia del cittadino.

Per le su spiegate ragioni le signore Anna Corona e Jessica Pulizzi rifiutano di sottoporsi e di essere sottoposte a giudizi sommari da parte degli improponibili tribunali del popolo allestiti presso gli studi televisivi che si occupano del caso, hanno conferito mandato gli scriventi di tutelare nelle opportune sedi i loro fondamentali diritti sistematicamente violati".

In evidenza