Campobello, oltre 30 tecnici per discutere delle incongruenze del Piano paesaggistico

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
23 Marzo 2017 18:42
Campobello, oltre 30 tecnici per discutere delle incongruenze del Piano paesaggistico

Oltre 30 tecnici campobellesi, tra architetti, ingegneri, agronomi e geometri, hanno preso parte al tavolo tecnico promosso dall’Amministrazione comunale del sindaco Giuseppe Castiglione per discutere del Piano Paesaggistico regionale degli Ambiti 2 e 3, ieri pomeriggio, nei locali della Casa del Volontariato in via Umberto.

Presenti all’incontro il sindaco Giuseppe Castiglione, il presidente del Consiglio Simone Tumminello e i tecnici comunali arch. Salvatore Montalbano, arch. Maurizio Falzone e geometra Giorgio Gurrieri.

Il dirigente all’Urbanistica Salvatore Montalbano, in particolare, ha illustrato le notevoli incongruenze formali dello strumento varato dall’Assessorato regionale ai Beni Culturali e Ambientali, che – com’è ormai noto - contiene degli errori grossolani rilevati dai tecnici comunali e confermati dalla stessa Sovrintendenza, che procederà dunque alla sua revisione e correzione. Nonostante tali errori, a seguito di una ulteriore nota da parte della Sovrintendenza di Trapani, il Comune il 20 marzo scorso ha dovuto procedere alla pubblicazione del Piano Paesaggistico sul sito istituzionale del Comune, al fine di dare la possibilità ai tecnici, alle parti sociali e a tutta la cittadinanza di conoscerne il contenuto.

«Trascorsi 90 giorni da tale data – ha ribadito il sindaco Giuseppe Castiglione - vi saranno altri 30 giorni di tempo per presentare osservazioni e opposizioni al Piano che, allo stato attuale, risulta assolutamente incoerente con il nostro territorio, penalizzandone fortemente lo sviluppo economico, agricolo e turistico».

Durante l’incontro di ieri i tecnici campobellesi hanno dato la massima disponibilità ad elaborare le osservazioni necessarie a modificare il Piano paesaggistico al fine di renderlo un valido strumento di sviluppo. «Continueremo a prestare la massima attenzione sulla questione – aggiunge il Sindaco – promuovendo altri incontri, a cui saranno invitati l’Assessorato e la Sovrintendenza, e valutando altresì di intraprendere consequenziali percorsi politici e amministrativi a salvaguardia delle prospettive di sviluppo economico del nostro paese».

Comunicato stampa23/3/2017{fshare}

In evidenza