Campobello, Il saluto e il ringraziamento del sindaco Castiglione ai parroci uscenti don Pietro Pisciotta e don Tonino Aguanno.

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
17 Settembre 2015 10:17
Campobello, Il saluto e il ringraziamento del sindaco Castiglione ai parroci uscenti don Pietro Pisciotta e don Tonino Aguanno.

Il sindaco Giuseppe Castiglione, oggi, ha dato il proprio saluto ai parroci don Pietro Pisciotta e don Tonino Aguanno, che dopo tanti anni di attività pastorale si apprestano a concludere il proprio mandato sacerdotale a Campobello. L’incontro è avvenuto questa mattina in Municipio.

Dopo 55 anni di sacerdozio, a norma del canone di diritto canonico, don Pietro Pisciotta, il mese scorso ha infatti rassegnato le dimissioni da parroco per raggiunti limiti di età, mentre don Tonino Aguanno è stato promosso arciprete a Vita, suo paese natale. Ai due sacerdoti, il sindaco Castiglione ha voluto consegnare una pergamena che attesta il saluto e il ringraziamento dell’Amministrazione comunale e di tutti i cittadini di Campobello di Mazara «per la lunga attività pastorale dedicata alla crescita morale di varie generazioni di campobellesi che hanno guidato secondo gli alti principi cristiani, incidendo profondamente nel tessuto sociale».

Nuovo arciprete di Campobello sarà don Nicola Marcello Patti, che domenica prossima, durante la celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo Domenico Mogavero, che si terrà alle ore 17.30 nella Chiesa Madre, assumerà l’incarico di parroco di tutte le parrocchie cittadine, nonché di quelle delle frazioni di Tre Fontane e di Torretta Granitola.

«A don Nicola Patti – dichiara il sindaco Castiglione – un caloroso benvenuto da parte dell’Amministrazione comunale e di tutta la città di Campobello di Mazara. Con l’augurio di potere serenamente continuare l’opera meritoria dei due parroci uscenti, guidando con freschezza di idee la comunità campobellese verso l’affermazione e la riscoperta della fraternità, del dialogo e della solidarietà, di cui oggi più che mai si sente il bisogno. Sono certo, infatti, che don Nicola Patti rappresenterà un nuovo importante punto di riferimento non solo per la comunità dei fedeli, ma per tutti i cittadini».

(Comunicato Stampa)

17/09/2015

{fshare}

In evidenza