CAMPOBELLO – Il Consiglio comunale ha approvato lo statuto del costituendo Biodistretto “Terra degli Emili” e una modifica al regolamento del Baby Consiglio

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
30 Maggio 2016 15:55
CAMPOBELLO – Il Consiglio comunale ha approvato lo statuto del costituendo  Biodistretto “Terra degli Emili” e una modifica al regolamento del Baby Consiglio

Il Consiglio comunale di Campobello di Mazara ha approvato, stamattina, lo statuto del costituendo Biodistretto “Terra degli Emili”, associazione no profit di cui è capofila il Comune di Petrosino e che mira a promuovere la salvaguardia delle produzioni locali, dell’ambiente e l’ecosostenibilità partendo dal biologico.

L’atto deliberativo è stato presentato in aula dal consigliere Gian Vito Luppino, che ha illustrato il contenuto, le modalità di azione e gli obiettivi del Biodistretto, di cui fanno parte 19 comuni trapanesi, ed è stato approvato a maggioranza, con 12 voti favorevoli e con i voti contrari dei consiglieri Gaspare Passanante, Giacomo Gentile, Enza Zito e Tommaso Di Maria.

Durante la dichiarazione di voto, il consigliere Gaspare Passanante ha affermato: «Non mi sento di approvare l’adesione a un consorzio che potrà rivelarsi nel tempo un altro carrozzone politico come Belice Ambiente» mentre il consigliere Tommaso Di Maria ha suggerito «di apportare delle modifiche allo statuto al fine di poter disciplinare meglio gli aspetti relativi alle eventuali indennità spettanti al presidente e al consiglio direttivo del Biodistretto».

Posizioni che hanno visto la replica dei consigliere comunali Valentina Accardo, che ha affermato: «il paragone con Belice Ambiente non regge, innanzitutto, perché il Biodistretto è un’associazione senza scopo di lucro che ha il solo obiettivo di promuovere il territorio, offrendo notevoli vantaggi», mentre il consigliere Angelo Accardo ha aggiunto: «L’adesione al Biodistretto rappresenta una grande opportunità per il nostro territorio a vocazione agricola, è un treno che non possiamo assolutamente perdere».

L’aula ha inoltre approvato all’unanimità una modifica all’art. 9 del Regolamento per il funzionamento del Baby Consiglio, che prevede la possibilità di istituire la figura di 4 baby assessori con le seguenti deleghe: Sport e Spettacoli, Cultura e Legalità, Politiche giovanili e Nuove Tecnologie, Ambiente e Solidarietà sociale.

Su iniziativa del consigliere Gian Vito Luppino, è stato infine osservato un minuto di raccoglimento in memoria delle vittime delle recenti tragedie avvenute nel Canale di Sicilia.

Alla seduta sono stati presenti gli assessori comunali Pietro Pisciotta e Lillo Dilluvio.

Comunicato stampa

30/05/2016

{fshare}

In evidenza