Belice Ambiente, tutti i Comuni-Soci, tranne Mazara del Vallo, bocciano il Bilancio 2013. Rilevate diverse criticità

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
10 Luglio 2014 07:57
Belice Ambiente, tutti i Comuni-Soci, tranne Mazara del Vallo, bocciano il Bilancio 2013. Rilevate diverse criticità

All'Assemblea Soci del 7 luglio per l'approvazione del Bilancio di Belice Ambiente, erano presenti 11 Comuni-Soci dell'Ato Belice in liquidazione.

Dalla relazione di Gestione al 31 dicembre 2013 (il 30 settembre era terminata la gestione della Società da parte del liquidatore Nicola Lisma successivamente la gestione era passata al Commissario regionale Silvia Coscienza) si evince che il Bilancio è in perdita di 1.754.000 euro.

 

Nella Relazione di Gestione presentata nel corso della riunione è sottolineato che ad influire sul Bilancio in questione sono i costi chiamati "non caratteristici" della gestione del servizio, per le quali si segnalano quelli più significativi, e precisamente gli interessi passivi sul debito verso banche e verso la Riscossione Serit Sicilia che ammontano in Bilancio a 1.280.897, gli accantonamenti per rischi ed oneri che ammontano a 1.040.000, le spese legali per contenziosi in atto con fornitori e dipendenti. Alla fine della Relazione, firmata il 31 maggio scorso dal liquidatore , si chiede ai Comuni soci il ripianamento delle perdite d'esercizio.

Il collegio sindacale (composto dal rag. Vito Narici, presidente, dal dott. Vito Sciacca e Gaspare Lombardo) nella sua relazione del 25 giugno non ha espresso nessun giudizio sul bilancio per le criticità emerse nerlla redazione del Bilancio.

Nella relazione della Società di Revisione, la RSM Italy A&A Srl, viene sottolineata la perdita pari a 1,8 milioni di euro ed un patrimonio netto negativo di 22,7 milioni di euro. La Società –secondo i Revisori- continua a versare in uno stato di difficoltà finanziaria per mancanza di liquidità causata dal mancato incasso delle somme dovute dai Comuni per i servizi erogati, nonché per la mancata riscossione dei crediti dei crediti relativi alla Tia.

Tale situazione ha costretto la Società ad indebitarsi con il sistema bancario per potere garantire l'erogazione dei servizi ai Comuni soci impedendo, di conseguenza, l'estinzione in tempi brevi l'esposizione nei confronti dei crediti sociali. In particolare la Società espone crediti riferiti alla Tia per il periodo 2005-2009 per circa 24,5 milioni di euro al netto dal fondo di svalutazione di 15,2 milioni di euro. Alla fine i Revisori hanno scritto di non potere esprimere un giudizio sulla coerenza della Relazione di Gestione con il Bilancio Intermedio di liquidazione della società Belice Ambiente Spa.

Altre criticità nella gestione della Società in liquidazione sono state evidenziate, attraverso alcune note, dalla Provincia di Trapani nella figura del Commissario straordinario dott. Ingroia. In primis la Provincia, ha fatto notare che nel Bilancio mancano accantonamenti per il pagamento del Tributo Speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi (Tap) emesso nel 2010; nella tabella dei debiti tributari della Società si evince che il Tap fissato nella misura del 3%, già risultante in 585.718 euro al 31/12/2012, risulta incrementato fino all'importo di 1.176.530 euro. Di detta somma si chiede l'immediato versamento alla Provincia, ravvisando, in mancanza dell'adempimento, una indebita appropriazione.

Inoltre la Provincia ha chiesto, in un'altra nota, al Comune di Mazara del Vallo, in quanto socio maggioritario di voler comunicare gli importi delle indennità di carica percepiti per gli anni 2011, 2012, 2013 e 2014, in considerazione che il compenso del liquidatore va rapportato a quello del predetto socio pubblico maggioritario, ai sensi della legge n.296/2006. Pertanto la Provincia, richiedendo al Liquidatore la restituzione di circa 95.000 euro, ha espresso parere contrario al Bilancio 2013, riservandosi di inviare ulteriore dettagliata comunicazione a tutti gli organi sociali, ai soci, al commissario straordinario della Società ed alla Corte dei Conti.

Alcuni Comuni, come ad esempio Santa Ninfa, hanno presentato delle note nelle quali anticipavano il loro voto sfavorevole al Bilancio in quanto presenti delle criticità e delle anomalie gestionali.

Dunque, a conclusione della riunione, all'atto della votazione, il Bilancio della Belice Ambiente in liquidazione, è stato bocciato da parte di tutti i rappresentanti degli 11 Comuni Soci, tranne Mazara del Vallo che, rappresentata dal vice sindaco Silvano Bonanno, si è astenuta dalla votazione chiedendo un rinvio della stessa.

Sulla bocciatura del Bilancio della Belice Ambiente, abbiamo contattato il sindaco di Castelvetrano, Felice Errante, il quale ha sottolineato: "abbiamo bocciato il bilancio in quanto abbiamo riscontrato una serie di criticità, in primis il disallineamento fra lo stesso bilancio e quelli dei singoli comuni soci. Speriamo che con il passaggio alla gestione dei rifiuti con le Srr si possa dare seguito ad una migliore gestione di un settore che in questi anni ha purtroppo creato non pochi problemi, penso innanzitutto al rilancio della raccolta differenziata".

Francesco Mezzapelle

10-07-2014 9,45

{fshare}

In evidenza