Aggressione Ospedale "A. Ajello", Zappalà (Asp Trapani): “Fatto gravissimo”

Il Commissario dell'ASP commenta l'episodio di violenza nei confronti di due sanitari del Pronto Soccorso mazarese

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
26 Maggio 2022 18:29
Aggressione Ospedale

“Stop alle aggressioni ai sanitari e alla violenza negli ospedali. Servono misure legali di difesa e sicurezza forti e pene severe per fermare le aggressioni che si ripetono nei confronti di medici e operatori sanitari”. Ha commentato così il commissario straordinario dell’Asp di Trapani, Paolo Zappalà, l’aggressione subita sabato sera da un medico e un’infermiera nel Pronto soccorso dell’ospedale Abele Ajello di Mazara del Vallo, vittime in tempi diversi della violenza di un paziente in attesa dell’esito di una valutazione medica. Uno dei due sanitari ha riportato una frattura guaribile in 30 giorni.

“Quello di sabato sera è un fatto gravissimo. I medici sono pubblici ufficiali nel pieno delle funzioni – ha sottolineato Zappalà – chi li aggredisce deve essere punito subito con pene aggravate. La mancanza delle condizioni di sicurezza e il pericolo di minacce, violenza e azioni aberranti non consentono ai professionisti di lavorare con serenità”.

Comunicato stampa 

In evidenza