Aeroporto Birgi, rischio chiusura ma rassicurazioni del presidente Musumeci

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
15 Aprile 2019 12:02
Aeroporto Birgi, rischio chiusura ma rassicurazioni del presidente Musumeci

Weekend inteso quello appena trascorso per tutti coloro che hanno a cuore le sorti dell’aeroporto “V. Florio” di Trapani Birgi. Dopo l’annuncio del presidente di Airgest, Paolo Angius, di voler mettere in liquidazione la società che gestisce lo scalo, paventando quindi una totale chiusura, le preoccupazioni degli operatori turistici del settore e non solo sono aumentate. Ed è proprio da queste paure che nelle scorse settimane è nato il comitato spontaneo, che chiede il rilancio di Birgi, costituito da un gruppo di imprenditori e commercianti di Trapani e Marsala che operano nel campo del turismo.

“Se volo.. voto!” è lo slogan del comitato, allusivo a un possibile disimpegno nelle prossime competizioni elettorali, che ha già raccolto 20000 firme in giro per le piazze della provincia e che lunedì 29 Aprile verranno consegnate alla Regione Sicilia. Il comitato di protesta, infatti, ha organizzato la partenza da Trapani di 10 autobus, messi a disposizione GRATUITAMENTE dal comitato cittadino (con la raccolta contributo fatta) oltre a taxi ed auto private per partecipare in massa alla consegna delle firme raccolte.

La Regione, nella persona del presidente Musumeci, ha preso un impegno preciso con il comitato e con tutti quanti hanno a cuore le sorti di Birgi, annunciando che l'Airgest non sarà messa in liquidazione e assicurando piuttosto il pieno sostegno della Regione allo scalo. Il governatore ha fatto sapere che a breve nominerà il nuovo presidente di Airgest e la costituzione di un Comitato per la salvaguardia dell'aeroporto di Birgi, di cui faranno parte, oltre il presidente della Regione e diversi assessori, anche Vito Riggio, tre sindaci in rappresentanza dei comuni della provincia di Trapani e Rosalia D'Alì in qualità di presidente del Distretto Turistico.

Nel caso in cui Palermo continuerà a fare resistenza a un possibile accordo con Birgi, si cercherà di fare questo accordo con l’aeroporto di Catania”. Inoltre Musumeci, nel corso dell’inaugurazione del nuovo allestimento espositivo della Nave romana di Marausa, i aveva detto: “L’aeroporto di Birgi vive perché lo vuole la Regione, che ha tirato fuori decine di milioni. Lasciatemi lavorare, smettetela di fare polemiche. Se riusciamo a risolvere questo problema, siamo quasi a cavallo.

I turisti arrivano. Speriamo di poterne fare un aeroporto capace di vivere in maniera autonoma. Ma non si dica che i turisti arrivano se c’è l’aeroporto, altrimenti ci vorrebbe un aeroporto in ogni città d’Italia".

In evidenza